rotate-mobile
Trasporto pubblico / Montesacro / Piazza Sempione, 15

"La linea bus potenziata per gli studenti ma che costringe gli altri utenti a lunghe attese"

Le opposizioni di Montesacro hanno chiesto una modifica degli orari del bus che congiunge Nuovo Salario a Casal Monastero: "Registriamo enormi ritardi, buchi anche di un'ora tra una partenza e l'altra"

La linea 344 per ora resta così com’è. Almeno per il Municipio III dove il consiglio ha bocciato l’atto presentato dalle opposizioni che impegnava la maggioranza a chiedere ad Atac e a Roma Servizi per la Mobilità di rivedere la linea, rimodulandola in base alle richieste (e le lamentele) pervenute da una parte della cittadinanza. In particolar modo evidenziate dal Comitato di Quartiere di Casal Monastero. Si perchè una parte del quadrante cittadino servito dal bus di Atac, dopo le modifiche apportate per servire al meglio le tre sedi del Liceo Nomentano noto per il boom di iscrizioni,  lamenta il peggioramento generale del servizio. Di quel bus così nevralgico che tra stazione Nuovo Salario e viale Eretum effettua ben 62 fermate. 

La linea potenziata per gli studenti: "ma servizio è peggiorato"

“Il grave problema di questi cambi di orario sono i buchi nelle partenze dai capolinea che si sono venuti a creare. Prima delle modifiche era prevista una corsa ogni 20 minuti circa da Casal Monastero nella fascia mattutina, a cui aggiungere i potenziamenti scolastici. Attualmente, con i cambiamenti in vigore, da Casal Monastero - spiegano i consiglieri di minoranza sulla mozione - non ci sono partenze di bus della linea 344 per 34 minuti tra le 6:50 (corsa scolastica da S. Giovanni in Argentella per Nuovo Salario) e le 7:24 (corsa ordinaria da Eretum per Nuovo Salario). Di fatto è stata cancellata la corsa ordinaria delle 7:05 da Eretum, sostituita dalla scolastica delle 7:10 per Vigne Nuove che però non segue lo stesso itinerario delle corse ordinarie. Dal capolinea di Nuovo Salario, all'ora di uscita dalle scuole, la situazione è ancora peggiore. È stata soppressa la corsa scolastica delle 14:01 per Casal Monastero, generando un buco di 54 minuti tra la corsa scolastica precedente delle 13:33 e la corsa ordinaria successiva (partenza ore 14:27). Gli studenti ed i passeggeri della linea, nonostante l'aumento di corse, - sottolineano il paradosso - si trovano dunque a fare i conti con una situazione di gran lunga peggiore, con buchi tra una partenza e la successiva che arrivano quasi ad un'ora. Se da un lato era necessario andare a servire con un collegamento più efficiente e diretto i licei Nomentano e Giordano Bruno (sede via Bufalotta), dall'altro si è deciso di penalizzare fortemente l'utenza delle corse ordinarie e gli studenti diretti verso i licei Orazio, Aristofane, Giordano Bruno (sede via Isole Curzolane) e Archimede”. Da qui la mozione presentata in Consiglio, ma respinta. Un atto gemello sarà presentato presto anche in IV municipio. 

“Enormi ritardi sulla linea 344”

“Noi consiglieri di minoranza avevamo presentato un atto al fine di riprendere un dialogo con gli enti preposti per addivenire a una soluzione che permettesse ai cittadini del terzo e quarto Municipio di avere un TPL efficiente e quanto più confacente alle esigenze di tutti. Da un lato abbiamo - spiegano i consiglieri M5S in III Municipio, Dario Quattromani e Marina Battisti - i ragazzi che devono poter andare a scuola correttamente, dall'altro ci sono gli utenti ordinari che, per andare al lavoro e affrontare il quotidiano stanno riscontrando enormi ritardi nel raggiungere i luoghi prescelti. L'attuale maggioranza del terzo Municipio ha però respinto il nostro atto con delle motivazioni futili, chiedendo inoltre che portassimo avanti il lavoro attraverso un percorso in commissione. Il fatto è che il 'percorso in commissione' noi del Movimento 5 Stelle lo avevamo fatto sia in terzo Municipio che in quarto Municipio con i colleghi Roberta Della Casa e Stefano Rosati, mentre in consiglio municipale la delibera di Giunta non è passata per la votazione, a differenza di quanto accaduto in quarto Municipio. Speriamo che in Quarto siano più lungimiranti che in terzo Municipio e che approvino l'atto dei nostri consiglieri, perché quello che abbiamo voluto fare è un atto congiunto volto a chiedere lo stesso impegno, ossia che tutti gli utenti possano usufruire di un trasporto pubblico efficiente e di qualità: cosa che entrambe le attuali maggioranze municipali ad oggi non stanno garantendo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La linea bus potenziata per gli studenti ma che costringe gli altri utenti a lunghe attese"

RomaToday è in caricamento