Mercoledì, 23 Giugno 2021
Montesacro Via Pian di Sco

Riapre il centro disturbi del linguaggio: “Asl e Regione, chi ha responsabilità si dimetta”

Dopo la decisione del TAR, Forza Nuova attacca: "Pretendiamo dimissioni per incompetenza manifesta"

Dopo la chiusura avvenuta all’inizio dell’aprile scorso, il centro per i disturbi del linguaggio di via Pian di Scò ha riaperto i battenti: il TAR ha infatti sospeso il provvedimento della Asl che revocava l'accreditamento della struttura.


Quasi 300 bambini, fra cui un buon numero di minori affetti da autismo, hanno potuto così riprendere la necessaria terapia.
Un lieto fine che però si porta dietro qualche polemica e la dura presa di posizione di Forza Nuova: “Abbiamo appreso con gioia dalle famiglie che il TAR ha riconosciuto provvisoriamente le loro ragioni. Ora pretendiamo che chi in regione e nella ASL Rm A ha la responsabilità morale e politica chieda scusa e si dimetta per incompetenza manifesta” – ha detto Alessio Costantini, responsabile romano di Forza Nuova non risparmiando qualche critica nemmeno al Partito Democratico.


“Ci diverte poi scoprire come il PD stia cercando di prendersi meriti su questa vicenda. Ci avevano detto che i giudici erano di sinistra, ma che il TAR fosse un organo del Partito Democratico lo apprendiamo solo ora”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre il centro disturbi del linguaggio: “Asl e Regione, chi ha responsabilità si dimetta”

RomaToday è in caricamento