menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesacro, ecco il nuovo centro antiviolenza. Caudo rilancia: “Presto piazza Sempione pedonale”

La struttura di via Titano gestita da Lucha y Siesta: “Nessuna è sola, lavoriamo su cultura e prevenzione”

Un porto sicuro per tutte le donne vittime di violenza, un punto di riferimento in cui trovare sostegno e accoglienza: in via Titano ha aperto un nuovo centro antiviolenza di Roma Capitale. La struttura, proprio accanto alla sede istituzionale del Municipio III, fornisce informazioni e supporto alle donne che vogliono superare qualsiasi tipo di violenza di genere: psicologica, fisica, economica, domestica, intra ed extrafamiliare. 

Collegato al 1522 (www.1522.eu), garantisce il servizio telefonico h24, è possibile contattare il centro antiviolenza di via Titano anche tramite mail o applicazioni di messaggistica istantanea. Tra i servizi offerti anche ascolto, assistenza psicologica, consulenza legale, supporto ad eventuali figli/e minori, orientamento al lavoro, orientamento all’autonomia abitativa. Per ciascuna donna viene costruito un percorso personalizzato di sostegno e aiuto. 

Via Titano, il centro antiviolenza gestito da Lucha y Siesta

A gestire il centro antiviolenza che affaccia su Piazza Sempione, l’associazione Lucha y Siesta: quella della casa delle donne autogestita in via Lucio Sestio che, tra mille difficoltà, l’8 marzo scorso ha compiuto tredici anni di attività a supporto delle donne più fragili e in difficoltà. 

“La violenza di genere riguarda tutti e per abbatterla, oltre a sostenere le donne che decidono di uscire dalle situazioni di violenza, bisogna lavorare sulla cultura e sulla prevenzione. Sul rispetto, sull’autodeterminazione, sull’autonomia economica, sul lavoro, sulla sorellanza. Questo è il nostro programma e lo porteremo avanti insieme! Non sei sola” - il commento di Lucha y Siesta all’inaugurazione del centro antiviolenza di via Titano. La struttura sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18, “anche in zona rossa” - specificano. 

A Montesacro arriva un nuovo centro antiviolenza, Raggi: "Tuteliamo diritti delle donne" 

Il centro antiviolenza di Montesacro: "Rete di aiuto alle donne"

“Abbiamo inaugurato il Centro Antiviolenza del Municipio gestito dalle donne di Luchya y Siesta in rete con quello che da quasi 30 anni è gestito dalle donne del Centro Donna Lisa. Fare rete con gli altri servizi del sociale dedicate alle donne e dare forza e vita alla Casa dei Diritti e delle Differenze di via Rovetta è il nostro impegno da 30 mesi - ha aggiunto il minisindaco del Roma Montesacro, Giovanni Caudo. “Quasi 1.800 le donne che nel 2019 hanno chiesto aiuto ai CAV a Roma, nel 2020 il lockdown ha significato ancora più violenza a casa e anche sul posto di lavoro, la maggior parte dei posti di lavoro persi nel 2020 sono di donne. Ecco perchè siamo qui e siamo contenti di aprire il CAV e la rete di aiuto alle donne”. 

Piazza Sempione, Caudo rilancia: "Presto sarà pedonale"

Il taglio del nastro all’aperto, proprio davanti a Palazzo Pubblico. “Presto quelle auto che si vedono - così Caudo ha rilanciato la pedonalizzazione di Piazza Sempione - non ci saranno più, Montesacro avrà finalmente la sua piazza civica pedonale. Combattiamo il degrado con la bellezza, non con la paura”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento