Venerdì, 15 Ottobre 2021
Montesacro Talenti / Via Umberto Fracchia

Il Municipio III resta con un solo anagrafico: quattro mesi di attesa per la carta di identità

Operativa solo la sede di via Fracchia, il minisindaco Caudo: "Con nuove unità di personale puntiamo ad accorciare tempi"

Agenda piena fino a metà maggio: è questa l'amara realtà per i residenti del Municipio III alle prese con la volontà di rinnovare o avere ex novo la carta di identità elettronica. Chiusi gli anagrafici di Piazza Sempione e di via Flavio Andò, a Montesacro resta attiva solo la sede di via Umberto Fracchia: troppo poco per rispondere alle esigenze di un territorio che conta oltre 200mila abitanti. Impossibile farlo in tempi ristretti. 

Carta elettronica: in Municipio III quattro mesi per un appuntamento

Così, per chi è alla ricerca di un appuntamento sull'Agenda online della Carta di Identità Elettronica, il primo disponibile in Municipio III è a metà maggio: tra quattro mesi. Deviati in via Fracchia anche gli appuntamenti di chi è già in possesso di una prenotazione per gli anagrafici chiusi. 

"I cittadini che sono già in possesso di appuntamento per le sedi municipali di via Flavio Andò 6 e piazza Sempione 15, dovranno recarsi esclusivamente presso la sede municipale di via Umberto Fracchia 45, esibendo la prenotazione" - si legge sul sito istituzionale del Municipio III che specifica anche gli orari dello sportello attivo. Lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13; il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 17. 

Una vera e propria odissea per gli utenti, condizioni che a Montesacro vanno avanti da mesi: nell'estate scorsa anche una rissa sfiorata, scongiurata solo dall'arrivo degli agenti della Polizia Locale, nella sala di attesa dell'anagrafico di Talenti. 

Personale insufficiente e supporti tecnologici scarsi: questi a quanto si apprende i motivi delle lunghe attese in Municipio III. 

Caos carte identità: tensione all'ufficio anagrafe, sfiorata rissa in via Fracchia

Il minisindaco Caudo: "Stiamo lavorando, entro giugno tempi ridotti"

Eppure nelle prossime settimane qualcosa potrebbe cambiare. "Siamo nella situazione in cui si trovano molti altri municipi della città: abbiamo tempi di attesa di 110 giorni, altri addirittura di 150. Il grande problema è rappresentato dal numero di computer per la carta di identità elettronica fornito dal Ministero, un fronte sul quale stiamo lavorando" - ha spiegato a RomaToday il presidente del Municipio III, Giovanni Caudo. 

Qualche spiraglio sul versante del personale: "Proprio nei giorni scorsi - ha aggiunto il minisindaco - sono arrivate tre risorse più una di supporto, tutte persone destinate all'anagrafe. Entro giugno - la previsione di Piazza Sempione - puntiamo ad accorciare i tempi di attesa". 

Una speranza per i cittadini del Municipio III altrimenti destinati a recarsi nei territori limitrofi per avere la carta di identità: in Municipio II, nella sede di via Dire Daua, primi posti già a inizio febbraio; metà marzo all'anagrafico di Prima Porta in XV, primi di aprile nella sede di via Tiburina in IV. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Municipio III resta con un solo anagrafico: quattro mesi di attesa per la carta di identità

RomaToday è in caricamento