Mercoledì, 22 Settembre 2021
Montesacro Montesacro

Bonelli, la critica al PdL e la ricandidatura in Municipio: è polemica a Piazza Sempione

Bagarre in Quarta, Corbucci: "Bonelli a parole prende distanza da scandali, ma nei fatti difende il Partito che lo ha fatto eleggere". Il minisindaco: "Se non cambia qualcosa nel PdL pronto a farmi da parte"

All’inizio di ottobre il Presidente Bonelli, prima in modo informale attraverso la sua pagina facebook e poi proprio tramite le pagine di RomaToday, aveva annunciato una sua possibile rinuncia a candidarsi nuovamente alla guida del territorio: una decisione scaturita dalla situazione interna al Popolo della Libertà, una crisi accentuatasi all’indomani dello scandalo alla Regione Lazio ma che affondava le sue radici ben più lontano “il degrado a cui si assiste oggi evidentemente è il risultato di scelte sbagliate all'interno di un partito che, ora come ora, ha una percentuale troppo alta di persone che non vanno bene, e non mi riferisco solo ai casi di cronaca degli ultimi tempi” – aveva detto Bonelli ai microfoni di Francesca Divetta.


Nella seduta del Consiglio Municipale di ieri una mozione chiedeva di esprimere approvazione per le parole rilasciate dal minisindaco agli organi di stampa contro gli scandali del Popolo delle Libertà: il voto contrario del Presidente Bonelli ha inevitabilmente innescato la polemica politica.


"Ormai il presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli è in piena crisi di identità e nel consiglio odierno ha sconfessato se stesso” – ha tuonato Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio. "Il voto contrario segna una grottesca retromarcia da parte di Cristiano Bonelli, che ufficialmente ha sconfessato ogni parola di quanto precedentemente dichiarato alla stampa, probabilmente anche sotto la pressione del proprio partito politico, grazie al quale è stato candidato ed eletto nel 2008".


L’esponente Democratico ha poi spiegato come grazie alla mozione presentata dalle opposizioni  si sarebbero “smascherate le bugie di Bonelli, che - spiega ancora Corbucci -  a parole sui giornali ha preso le distanze dagli scandali del PdL, ma nei fatti e con il proprio voto ha difeso il partito che gli ha consentito di diventare presidente del IV Municipio.  D'altronde – incalza il vicepresidente del Consiglio - nonostante le dichiarazioni di Bonelli, lui stesso in questi anni è stato protagonista di vergognose assegnazioni dirette di spazi e risorse pubbliche.

Per questa  ragione – conclude Riccardo Corbucci - non avevamo alcun dubbio che di fronte ad un atto ufficiale il ‘puro’ Bonelli si sarebbe rimangiato tutti i suoi dubbi sull'attuale classe politica del PdL, tornando a difendere il partito nato dalla fusione di Forza Italia ed Alleanza Nazionale, formazione nella quale il presidente ha militato in ordinato silenzio negli ultimi vent'anni".


Inflessibile la replica del Presidente: “Mi sembra assurdo e vergognoso, in un periodo così delicato per la nostra Città, che l’opposizione perda tempo su una questione del genere che nulla ha a che vedere con i problemi dei cittadini e con un territorio che rappresenta una città media italiana. Questo ci fa capire – ha detto il minisindaco ai microfoni di RomaToday – in che mani siamo stati in passato e in che stato versa un’opposizione costretta nel nome di una politica ‘vecchio stampo’ a rincorrermi su una questione che non interessa i cittadini ed è ben  lontana dalle problematiche del territorio”.


Il numero uno di Piazza Sempione sul rinnovo della propria candidatura ha poi confermato quanto detto mesi fa, gettando così un’incognita sul suo futuro politico: “Ad oggi non mi risulta alcun cambiamento all’interno del partito nei confronti del quale rimango molto critico. Seguendo tale linea mi sono attivato ed ho ufficializzato la mia posizione ricevendo adesioni e pareri conformi al mio anche da altri membri del PdL. O cambia qualcosa – ha chiosato Bonelli – o mi faccio da parte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonelli, la critica al PdL e la ricandidatura in Municipio: è polemica a Piazza Sempione

RomaToday è in caricamento