Mercoledì, 22 Settembre 2021
Montesacro Fidene / Via Flavio Andò

Il municipio III è uno sfascio a cielo aperto

Un unica ditta per tutta Roma si occupa della rimozione delle vetture in stato di abbandono, il caso del Montesacro: via meno di 12 veicoli al mese. "Di questo passo diventeremo un deposito di carcasse d'auto"

foto archivio: auto abbandonata Valle Muricana

Tempi duri per le rimozioni dei veicoli in stato di abbandono a Roma: i carri attrezzi e il personale a disposizione non bastano mai così auto e scooter abbandonati in strade e parcheggi rimangano li a lungo termine a rendere alcuni angoli cittadini panorami non proprio gradevoli e apprezzabili.

etture prese d'assalto da muffa, gomme sgonfie, logorio sparso e pure qualche pezzo mancante probabilmente trafugato nel corso dello stallo. 

Situazioni che non sono sfuggite ai consiglieri del Municipio III Manuel Bartolomeo e Giordana Petrella che hanno voluto indagare su cifre e numeri effettivi del Montesacro. 

I due esponenti del centrodestra di Piazza Sempione hanno infatti chiesto alla Polizia Locale del III Gruppo Nomentano un resoconto su mezzi abbandonati e rimozioni effettuate dal 2014 ad oggi. 

Da via Flavio Andò pronta a dettagliata la risposta. Nel 2014 i Vigili del Nomentano hanno lavorato 601 nuove pratiche, 168 vetture sono state rimosse d’ufficio e 209 dai proprietari a seguito di intimazione. Cinque da rimuovere per difficoltà dell’iter del completamento della notifica. 

Nel 2015 sono state invece 637 le nuove pratiche lavorate con 136 veicoli rimossi d'ufficio e 278 dai proprietari sollecitati dalla Polizia Locale. Ben 99 ancora in attesa di rimozione. Nei primi tre mesi del 2016 sono già 89 le nuove pratiche lavorate con 38 veicoli rimossi d'ufficio. 

"Giova evidenziare - hanno scritto dal III Gruppo Nomentano - che dal luglio 2013 l’appalto per le rimozioni viene svolto dalla “Demolizioni Industriali srl” con sede a Palestrina, unica ditta - tengono a sottolineare - operante su l’intero il territorio del Comune di Roma". 

Non un dettaglio dunque con i Vigili del Municipio III ad avere il carro per le rimozioni "a disposizione solo 4 o 5 volte al mese" - scrivono i caschi bianchi del Nomentano sottolineando quindi come sia fisiologico il dilatarsi dei tempi di rimozione dei veicoli in stato si abbandono. 

"Non è possibile - rincarano la dose Bartolomeo e Petrella - che su oltre 1300 mezzi segnalati solo 300 siano stati rimossi dal carro attrezzi del Comune di Roma". Poco più di trecento in due anni vuol dire circa 12 al mese e di questo passo chissà quando tutte quelle carcasse ferme da tempo potranno essere definitivamente rimosse lasciando spazio ai cittadini e togliendo loro la vista di ferraglia in completa decadenza .

"Con questo ritmo il III Municipio e tutto il Comune di Roma - concludono Bartolomeo e Petrella - diverranno presto uno sfascio a cielo aperto". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il municipio III è uno sfascio a cielo aperto

RomaToday è in caricamento