Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Scuola, assistenza ai disabili: “Nuovo bando mette a rischio il servizio”

Il Montesacro vuole riaffidare il servizio, critici FdI e alcuni esponenti del PD : "Continuità non è garantita, per operatori turnover e paga più bassa di Roma"

Il servizio di assistenza e integrazione scolastica agli alunni disabili è stato messo a bando dal Municipio III per l'importo complessivo di oltre 2 milioni di euro: una gara indetta nel mese di agosto e che scadrà il 3 settembre, proprio a ridosso dell’inizio dell’anno scolastico.


CONTINUITA’SERVIZIO  NON GARANTITA - Una scelta temporale che non ha mancato di sollevare critiche e perplessità: “Nemmeno un mese per riaffidare e stravolgere un servizio tanto essenziale quanto delicato, senza garantire la continuità di assistenza ed ripudiando ogni canone di buon senso” - è il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia, Francesco Filini, che chiede all’Assessore Di Maggio di ritirare immediatamente il bando “perché - prosegue -  così come è stato congeniato potrebbe seriamente compromettere il servizio e recare gravi disagi all'utenza”.


BANDO A RISCHIO RICORSI - Inoltre, riporta l’esponente del centrodestra, “molte cooperative sociali hanno rilevato palesi illegittimità nel pubblico incanto che sarà sicuramente oggetto di una pioggia di ricorsi. Senza considerare il fatto – conclude - che le famiglie dei ragazzi non sono state minimamente coinvolte, ma questo non stupisce più di tanto: il marchio di fabbrica della Giunta Marchionne si chiama infatti 'indifferenza' per il territorio e per il suo tessuto sociale, la tanto decantata partecipazione è ormai uno slogan sbiadito della passata campagna elettorale”.


CRITICA ANCHE UNA PARTE DEL PD – Dubbi sulla bontà del bando anche da parte della presidente della Commissione Scuola e consigliere del PD, Marzia Maccaroni: “La decisione di far uscire il bando ad agosto non è stata condivisa nelle commissioni scuola e servizi sociali, che avrebbero almeno potuto preavvertire le famiglie del probabile cambio di tutti gli operatori, che ogni giorno si occupano dei ragazzi".


OPERATORI MENO PAGATI DI ROMA - Il nuovo bando ha infatti modificato l'elenco delle scuole che compongono i quattro lotti, “circostanza che – spiega - provocherà un tournover di operatori qualsiasi sia l'esito dell'avviso pubblico”.

Come se non bastasse nel bando proposto sarebbe stata prevista anche una riduzione della tariffa oraria degli operatori, “che – sottolinea Maccaroni - tornano ad essere i meno pagati di Roma".

RITIRARE IL BANDO - La richiesta da parte dell’esponente Democratica è quella di ritirare l’avviso pubblico e di procedere ad una proroga tecnica fino alla fine dell'anno in attesa dell'emissione di un nuovo avviso pubblico, che dovrà essere redatto ascoltando le opinioni della consulta dell'handicap, delle famiglie e delle realtà del terzo settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, assistenza ai disabili: “Nuovo bando mette a rischio il servizio”

RomaToday è in caricamento