MontesacroToday

Tombini rubati, al via il ripristino: niente metallo in quelli nuovi

Il Municipio rimette i chiusini saccheggiati e riparte dall'Antamoro: "Materiale privo di valore per il mercato illegale"

Val D’Ala, Casal Boccone, Serpentara e poi quei quattro chilometri di Viadotto dei Presidentida Colle Salario alla Bufalotta – senza un tombino: un danno da decine di migliaia di euro per le casse del Municipio e del Comune, disagi e massima allerta per automobilisti e motociclisti alle prese con transenne sparse ovunque e new jersey colorati a segnalare i numerosi furti a danno della comunità.

Il Roma Montesacro, dopo i vari saccheggi subiti, corre ai ripari: è infatti iniziato da via Augusto Camerini e via Giulio Antamoro il ripristino dei chiusini mancanti che presto coinvolgerà tutte le zone depredate in questi mesi.


“I nuovi tombini – hanno spiegato il Presidente del Muncipio III, Paolo Marchionne, e il presidente della Commissione Lavori Pubblici e Mobilità, Fabio Dionisi - sono di un materiale composito, privo di valore per il mercato illegale”.


Da Piazza Sempione, con una piccola ma importante innovazione, parte dunque la strategia difensiva contro i predoni di metalli in attesa che quei buchi transennati da Settebagni a Vigne Nuove divengano presto solo un ricordo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento