MontesacroToday

Metro B1: fra un mese l'ordinanza per far partire il bando del Project Financing

Ieri mattina, alla riunione con i comitati di Porta di Roma e Casale Nei, il responsabile dell'ex VI Dipartimento ha stupito tutti: il progetto preliminare sul tracciato è pronto, fra un mese l'ordinanza. Decise le aree interessate: via Conti, Piazzale Flaiano, Viale Carmelo Bene

Si è svolto ieri mattina l’incontro fra le Istituzioni ( il Presidente del Municipio, Cristiano Bonelli, e la Presidente della commissione Mobilità, Giordana Petrella) e i cittadini  rappresentanti i vari comitati di quartiere di Porta di Roma e Casale Nei, per discutere del prolungamento della Metro B1. Presente anche un rappresentante dell’ex VI Dipartimento Progettazione e attuazione urbanistica, che ha confermato l’esistenza del progetto preliminare approvato dalla Conferenza dei servizi in cui viene definitivamente stabilito il tracciato, e che riporta esattamente le tre fermate: Vigne Nuove, Mosca e Bufalotta. Il progetto approvato definisce esclusivamente il tragitto. Tra un mese uscirà l’ordinanza per dare l’ok al progetto, per poi far partire il bando per l’assegnazione del Project Financing.
C’è una novità sui 2 milioni di metri cubi: possibile che non si arrivi a costruire fino a 2 milioni, e che non tutti vengano “calati”  solamente in IV Municipio. Per adesso le uniche aree interessate sono Via Giovanni Conti, proprio nell'area del mercato, che verrà ricollocato nell'area immediatamente successiva, e rimarrà aperto fino a che non sarà pronta la nuova struttura, per poter fare la fermata di Vigne Nuove;
l’area dietro Piazzale Ennio Flaiano per la fermata Mosca; e Viale Carmelo Bene incrocio Via Celi, per la fermata Bufalotta.
Luca Giovagnoni, amministratore della comunità virtuale di www.portadiromaweb.it, racconta lo svolgimento dell’incontro di ieri e tratta anche altre tematiche di cui si è discusso ieri in Municipio, fra cui la collocazione del nuovo capolinea Baseggio 2: “Contrariamente a quanto indicato nelle precedenti comunicazioni sembrerebbe che l'area designata nei pressi del centro commerciale non sia più idonea per il collocamento del nuovo capolinea Baseggio. Infatti tale area a livello logistico e di impatto acustico avrebbe pressocché le stesse caratteristiche di quella odierna che causerebbe i medesimi problemi. A tal proposito facendo leva sul vicariato proprietaria di una area adiacente l'ufficio vendite che vedrà la costruzione di una chiesa, sarebbero state date garanzie affinché vegna utilizzata la porzione di terreno proprio sotto il cartellone pubblicitario "Parco delle Sabine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento