MontesacroToday

Housing sociale, lieto fine per Cesco Baseggio: le "vasche" restano a verde

"Questo intervento è previsto dalla legge 167 ed è così che si è costruito tutto Casale Nei", spiega il Presidente del Municipio Bonelli

Sono usciti dall'aula consiliare soddisfatti e rassicurati i molti cittadini che lo scorso 19 Ottobre hanno preso parte all'assemblea pubblica nell'aula consiliare di Piazza Sempione, durante la quale la consigliera Giordana Petrella, il Presidente della commissione Urbanistica Stefano Ripanucci e il Presidente del Municipio Cristiano Bonelli hanno annunciato che le vasche di Cesco Baseggio resteranno a verde e non verranno edificate.

I settanta appartamenti che dovrebbero ospitare circa 200 persone si faranno ugualmente in IV Municipio, delocalizzati peró in un'altra area del quadrante Porta di Roma- Casale Nei. Diversi, nel corso dell'assemblea, gli interventi dei cittadini da cui è emerso che non interessava neanche avere adibita a servizi la vasca centrale, perché anzi, come spiegato da un cittadino, si sta costituendo un comitato di persone che si occuperanno di attrezzare meglio l'area verde. Piuttosto, la proposta del Presidente del comitato di Casale Nei, Carlo De Marco, è stata quella di recuperare la struttura attualmente occupata di via Volontè, che a suo dire sarebbe già una struttura in housing.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Via Volontè non ha a che vedere con l'housing sociale", ha spiegato il Presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli, aggiungendo: "Questo intervento di housing è previsto dalla famosa legge 167, quella con cui si è costruito tutto Casale Nei. E' la stessa tipologia di intervento con cui sono state costruite le case di Casale Nei che ora abitate". Anche il tecnico del Comune ha ribadito sul punto: "Si è fatta forse una confusione sui termini. Questo intervento non è housing sociale in senso stretto,ma solo l'aumento di un'offerta di edilizia agevolata che è la stessa con cui si è costruito Casale Nei. L'housing sociale in senso stretto, invece, quello a 6 euro al metro quadro al mese, fa parte di quelle diverse formule che non riguardano attualmente Casale Nei". L'amministrazione ha preso atto anche della contrarietà dei cittadini alla costruzione di un parcheggio previsto in prossimità delle vasche. I consiglieri Giordana Petrella e Stefano Ripanucci hanno inoltre annunciato che si sta pensando anche di garantire la manutenzione ordinaria dell'area dove sono presenti i giochi per bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento