MonteMarioToday

Valle Aurelia, una "pietra di inciampo" in memoria del partigiano Alberto di Giacomo

Una piccola targa commemorativa installata su un sanpietrino è stata posizionata oggi davanti all'ex casa del Popolo all'interno del progetto "Stolpersteinnes", in memoria di tutti i deportati razziali e politici del mondo

Foto di Andrea Maurizi

E' stata posizionata questa mattina al Borghetto di Valle Aurelia una "pietra d'inciampo", una piccola targa commemorativa incisa su un sanpietrino in memoria del partigiano Alberto Di Giacomo, deportato il 4 gennaio del 1944 e deceduto il 15 settembre dello stesso anno ad Hartheim, una dipendenza del Campo principale di Mauthausen nell'alta Austria. Anche il Muncipio XIV, come Roma Capitale, aderisce infatti quest'anno all'iniziativa "Memorie di inciampo" giunta ormai alla sua V edizione e che si inserisce nell'ambito delle più ampie celebrazioni dedicate alla giornata della Memoria organizzate sul territorio di tutta la città. 

Il progetto delle Stolpersteinnes ("pietre d'inciampo", appunto) nasce da un'idea dell'artista tedesco Gunter Demnig per omaggiare la memoria di deportati razziali e politici di tutto il mondo, installando dei cubetti dorati davanti alle loro abitazioni, ricordando così il sacrificio delle vittime di una delle pagine più cupe e dolorose della nostra storia. Dal 1995 sono più di 40 mila le pietre della memoria posizionate in tutta Europa e quest'anno anche Roma Capitale vedrà installati 15 sanpietirni, uno per ciascun Municipio, tra le giornate di oggi e domani in tutta la città per mano dello stesso Demnig. 

Presenti oggi alla piccola commemorazione davanti all'ex casa del Popolo, i familiari di Alberto Di Giacomo, il Presidente del Municipio XIV Valerio Barletta, alcuni rappresentanti amministrativi locali, rappresentanti ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia) Martiri di Valle Aurelia, dell'ANED (Associazione Nazionale Ex Deportati), associazioni di quartiere e numerosi cittadini. Nel suo intervento Barletta ha più volte sottolineato l'alto valore di questa iniziativa dedita alla memoria, che tra l'altro non ha rappresentato alcun costo da parte dell'amministrazione pubblica, grazie alla sovvenzione della stessa famiglia Di Giacomo nonchè la generosità di tutti gli aderenti al progetto.

1526699_10202918018417812_1832560124_n-2

1521322_10202918019497839_2064141331_n-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento