Venerdì, 18 Giugno 2021
Torrevecchia Torrevecchia / Via di Torrevecchia

Torrevecchia, costringe la moglie a prostituirsi davanti ai figli

Per «arrotondare» il bilancio familiare voleva costringere la moglie a prostituirsi. Ieri un 24enne bosniaco, in Italia senza fissa dimora, alla presenza dei bimbi, ha intimato alla donna di avere rapporti sessuali con uno straniero di origine africana, dal quale in cambio aveva già ricevuto denaro contante

Per «arrotondare» il bilancio familiare voleva costringere la moglie a prostituirsi. Per questo ieri pomeriggio, A.F. un 24enne bosniaco, in Italia senza fissa dimora, è entrato nel furgone parcheggiato in via di Torrevecchia, dove si trovava la moglie insieme ai 2 figli minori e - alla presenza dei bimbi - ha intimato alla donna di avere rapporti sessuali con uno straniero di origine africana, dal quale in cambio lui era già stato pagato.

Qando la donna ha rifiutato, l'uomo ha gettato la moglie su un materasso all'interno del furgone, bloccandole i polsi per consentire che l'altro uomo abusasse di lei. Dopo circa 10 minuti, i due uomini si sono invertiti i ruoli. Mentre l'extracomunitario bloccava la donna per i polsi, il bosniaco l'ha violentata.

Al termine delle violenze, i due uomini hanno costretto la donna a scendere dal mezzo, lasciandola sul marciapiede insieme ai figli. I due sono poi fuggiti con il furgone all'interno del quale c'era anche la borsa della donna contenete 600 euro in contanti.

La vittima ha deciso di denunciare l'accaduto alla Polizia e, dopo aver affidato i figli alla madre, si è recata presso il Commissariato Primavalle. Assistita da un'agente donna, la giovane ha trovato la forza di raccontare gli abusi subiti e successivamente è stata accompagnata in ospedale per le cure del caso.

A.F. è stato rintracciato dagli agenti poco dopo all'interno del campo nomadi di via Salviati. Il bosniaco ha provato a scappare correndo a piedi nudi e con gli stessi vestiti descritti dalla donna ed indossati durante la violenza.

È stato individuato e fermato mentre cercava di nascondersi tra alcuni camper. All'interno del campo nomadi, gli agenti hanno anche recuperato il furgone e il portafoglio della donna, ormai vuoto.  A.F. è stato sottoposto a fermo di indiziato del delitto di violenza sessuale. Ora la Polizia sta cercando l'altro violentatore.

Leggi anche: Torrevecchia, Tredicine (Pdl): "Violenza ignobile, auspico pene esemplari"

e Torrevecchia, Belviso: "L'insediamento di Via Salviati diventerà un campo regolare"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrevecchia, costringe la moglie a prostituirsi davanti ai figli

RomaToday è in caricamento