Sabato, 13 Luglio 2024
Torrevecchia Torrevecchia / Via Paolo Rosi

Torresina 2, il Comune toglie le concessioni alle società per il Piano di Zona. Si riparte da zero

L'assessorato all'Urbanistica di Roma Capitale ha annunciato la declaratoria di decadenza dal diritto reale per grave inadempimento. Residenti scoraggiati

Si apre un nuovo capitolo per quanto riguarda il futuro, non proprio positivo, del Piano di Zona di Torresina 2. Infatti dopo il calvario, la rabbia e le richieste dei cittadini per lo sviluppo (mai arrivato) dell’area scende in campo anche il Comune con una nota importante sulle società incaricate dei lavori delle opere di urbanizzazione.

Il calvario 

Torresina 2 , è un piano di zona (B44, nato nel 2002 e con diverse varianti apportate nel corso degli anni) incompleto da oltre 10 anni. Sporcizia, strade dissestate e incomplete, problemi alle fogne e illuminazione e la vita dei circa 3mila residenti sempre condizionata, in negativo. I cantieri fantasma a cielo aperto sono la triste fotografia del quartiere con i cittadini sempre più stanchi e arrabbiati che più volte hanno protestato contro l’immobilismo dei costruttori. 

Infatti secondo quanto raccolta da RomaToday la non realizzazione delle opere non dipendevano dal Comune di Roma ma dall’atto amministrativo della firma della convenzione da parte dei costruttori. “Non sappiamo perché i costruttori non completino le opere. Il Comune ha fatto il suo" – aveva dichiarato ai nostri microfoni Massimo Paolini presidente del Comitato di Quartiere di Torresina. 

La decadenza della concessione

Troppo tempo è passato e non solo i cittadini ma anche il Comune si è stancato e ha presso provvedimenti. Tramite una nota l’Assessorato all’Urbanistica di Roma Capitale con a capo l’ass. Maurizio Veloccia ha avviato la declatoria di decadenza della concessione alla tre società operatori consorziati nel Piano di Zona Piano. Questo il messaggio completo: “Dopo innumerevoli solleciti alla sottoscrizione delle convenzioni urbanistiche e alle necessarie garanzie fideiussorie sugli oneri concessori non ancora corrisposti, il Dipartimento Urbanistica ha avviato per tre società del Piano la declaratoria di decadenza dal diritto reale per grave inadempimento e gli atti per la riscossione di quanto dovuto e mai versato a Roma Capitale, nè scomputato in opere a servizio del quartiere”. 

Cosa succede ora?

Adesso la palla torna in mano al Comune. Questo significa che il Campidoglio si assumerà la responsabilità delle opere di urbanizzazione primaria e far ripartire tutto l’iter e dunque tempi lunghissimi. “Era quello che temevamo” – commenta Paolini del CdQ – “I tempi per la realizzazione delle opere si allungheranno in quanto si dovrà ripartire dalle opere di progettazione”. 

La vasca di laminazione 

Nel frattempo nella scorsa settimana si è tenuto nella zona il sopralluogo propedeutico per i lavori di costruzione della vasca di laminazione. La cantierizzazione dell'opera di irrigidimento idraulico e laminazione delle acque meteoriche, con lavori preliminari di pulizia e recinzione, avverrà lunedì 24 giugno grazie alla collaborazione con Astral S.P.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torresina 2, il Comune toglie le concessioni alle società per il Piano di Zona. Si riparte da zero
RomaToday è in caricamento