MonteMarioToday

Tana libera tutti a Torrevecchia: riapre il giardino della scuola Cesare Pavese

L'assessore Menna a RomaToday: "Recuperati gli spazi esterni"

L'intervento in giardino da parte della protezione civile Guadalupe XIX

Le facciate esterne da rifare e il giardino interdetto ai bambini. Questa era la situazione in cui versava la scuola Cesare Pavese di Torrevecchia, Municipio XIV, che fa parte dell’istituto comprensivo Pio La Torre. Il plesso, che ospita materna ed elementare, ha visto iniziare i lavori lo scorso novembre. E al rientro dalle vacanze la buona novella: l’area verde finalmente a disposizione dei piccoli alunni.

La manutenzione del verde

Nei giorni scorsi, va detto, ci sono state le attività di sfalcio e manutenzione del verde da parte dell’associazione di protezione civile Guadalupe XIX: “Riduciamo drasticamente gli oleandri e puliamo il giardino – hanno spiegato i volontari – permettendo ai bambini di giocare in pulizia e sicurezza”.

Gli interventi alla scuola Pavese

Per quanto riguarda il versante degli interventi, Michele Menna, assessore locale ai Lavori pubblici e alla Sicurezza, ha spiegato a RomaToday: “Da tempo era in piedi un progetto di manutenzione straordinaria. L’ufficio tecnico si è mosso per recuperare gli spazi esterni. Le opere sui cornicioni, una volta concluse, hanno consentito di poter usufruire di una fetta importante del giardino. I lavori, inoltre, sono serviti sia per eliminare le infiltrazioni sia per togliere delle criticità riguardanti l’impianto elettrico della mensa. Manca ancora uno step prima di mettere la parola fine alle operazioni, ma ciò non inficerà la fruibilità del giardino”.

Le polemiche 

La vicenda, così, è giunta ai titoli di coda. Ma non senza polemiche. La questione del mancato accesso al giardino aveva tenuto banco soprattutto in estate, quando il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo si era rivolto sia alla sindaca, Virginia Raggi che all’Amministrazione guidata dal presidente pentastellato, Alfredo Campagna. Nella nota, veniva chiesto di poter tornare a usufruire degli spazi esterni e che non servivano ulteriori tavoli tecnici, perché i sopralluoghi “erano già stati effettuati”.

Un nuovo inizio

A battere sul ferro caldo, inoltre, ci avevano pensato pure Fabrizio Santori e Mauro Gallucci, rispettivamente consigliere regionale di Fratelli d’Italia e referente di zona per FdI. Entrambi avevano spiegato che per i piccoli era necessario garantire momenti di svago e che il lavoro, una volta terminato, doveva rispettare gli standard di sicurezza dello stabile. Passata la buriana, il suono della campanella sarà più dolce. Perché “tana libera tutti”, in quel di Torrevecchia, potrà essere gridato senza più ostacoli tra i piedi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento