rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Torrevecchia Torrevecchia / Piazza di Santa Maria della Pietà, 5

Santa Maria della Pietà, inaugurato lo spazio per i disturbi alimentari

Nell'ex manicomio sono stati attivati 7 posti letto dedicati a giovani dai 13 ai 25 nei locali del padiglione 14

È stato inaugurato il nuovo centro residenziale dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) al Santa Maria della Pietà a Torrevecchia: nella struttura, già operativa da diversi anni, sono stati eseguiti lavori di manutenzione edile, ma anche interventi straordinari e di impiantistica grazie a un investimento di circa 500mila euro. 

Prosegue quindi il lento processo di rinascita dell’ex manicomio, che sta vedendo nel corso degli anni l’apertura di nuovi servizi e di uffici della Asl. Il potenziamento del centro per i DCA nasce dalla necessità di intervenire per fermare l’incremento di persone, soprattutto giovani, colpite da disturbi dell’alimentazione. Dal 2018 ad oggi, infatti, si registra un aumento dei casi di DCA, con un significativo incremento di accesso di minori, riportano i dati della Asl, del 218%. Purtroppo anche la pandemia ha influito in maniera decisa sulla crescita dei numeri. 

Santa Maria della pietà, attivati 7 nuovi posti letto

Avviato nel 2008, il centro DCA offre già l’intervento ambulatoriale, le attività terapeutico-riabilitative e le attività socio-riabilitative, per un trattamento di questi disturbi che, come specificato nelle Linee Guida Internazionali, necessita di diversi livelli di assistenza, oltre che ad un approccio di tipo multi-funzionale garantito da operatori con diverse specializzazioni.  La nuova apertura, presso i locali del padiglione 14 del Santa Maria della Pietà, offrirà un servizio di residenzialità pubblico, unico nel Lazio e anche nell’intero centro Sud, mettendo a disposizione, in fase di avvio, sette posti letto, dedicati ai pazienti di età compresa tra i 13 e i 25 anni.

discturbi alimentari-2

Della Porta: "Diventerà cuore pulsante del quadrante nord-ovest"

All’inaugurazione dei nuovi locali erano presenti il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, l’assessore alla sanità Alessio D’Amato, il direttore della ASL Roma 1 Angelo Tanese, la consigliera Marta Bonafoni, il consigliere Rodolfo Lena e il presidente del XIV municipio Marco Della Porta. Quest’ultimo, che era presente anche all’inaugurazione del nuovo parco del Santa Maria della Pietà, ha evidenziato la “collaborazione costante tra Istituzioni per potenziare i servizi ai cittadini. Un altro tassello nel lungo percorso che porterà il Santa Maria della Pietà a diventare il cuore pulsante del quadrante nord-ovest della città”.

“Con questo centro residenziale pubblico – ha spiegato l’assessore Alessio D’Amato - si completa il setting di assistenza prima ambulatoriale poi semi-residenziale e, oggi, anche residenziale. Stiamo lavorando per aumentare la platea dei servizi, soprattutto in un'ottica di rete, di collaborazione e integrazione. L'apertura di questo nuovo centro è un segnale importante che va nella direzione di incrementare i servizi sul territorio e renderli sempre più accessibili per il cittadino”. 

Zingaretti: "Assistenza tesa ad ottenere la piena autonomia del paziente"

“Da oggi il centro per i disturbi alimentari di Santa Maria della Pietà – ha commentato il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti – offre il primo servizio pubblico di residenzialità, unico nel Lazio e nel centro sud. È una tappa importante, frutto del lavoro svolto fino ad oggi, e teso ad assicurare ai cittadini, soprattutto agli adolescenti che soffrono più degli adulti di queste problematiche, un’assistenza terapeutica riabilitativa a 360° e fino alla piena autonomia. Questa struttura intende aiutare giovani ad affrontare un percorso di cura lunga e spesso molto difficile, che la pandemia degli ultimi anni ha solo aggravato, a causa dell’isolamento a cui siamo stati sottoposti per tanto tempo. Voglio dunque ringraziare medici, operatori della sanità, psicologi, infermieri, assistenti sociali, volontari e tutti coloro che ogni giorno si prendono cura dei tanti pazienti affetti da questo disturbo”.
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Maria della Pietà, inaugurato lo spazio per i disturbi alimentari

RomaToday è in caricamento