MonteMarioToday

Lettera aperta a Zingaretti: "No alla chiusura del Museo della Mente"

Il Coordinamento dei Gruppi Multifamiliari dei Dipartimenti di Salute Mentale della Regione chiedono al Governatore del Lazio un aiuto concreto per evitare la chiusura del Museo Laboratorio di Santa Maria della Pietà

"Entro il mese di giugno, il Museo Laboratorio della Mente non avrà più le risorse economiche necessarie per prorogare i contratti di lavoro agli operatori del Servizio Educativo". Lo denunciano in una lettera aperta al Presidente del Lazio Nicola Zingaretti i rappresentanti del Coodinamento Regionale Gruppi Multifamiliari dei Dipartimenti di Salute Mentale della Regione. La struttura, situata all'interno del complesso di S. Maria della Pietà in quei locali un tempo ospitanti il noto manicomio capitolino, rischia infatti di chiudere per mancanza di fondi, non potendo più essere quindi in grado di garantire l’accoglienza di migliaia di visitatori, lo svolgimento di visite guidate, la realizzazione di progetti didattici con scuole, con operatori sanitari, associazioni di cittadini, nonchè di pazienti affetti da malattie mentali e i loro familiari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il museo, realizzato in collaborazione con il collettivo artistico Studio Azzurro, è inserito nell’Organizzazione Museale Regionale del Lazio ed è attualmente l’unica realtà espositiva esistente in Italia dedicata alla salute mentale e alla memoria delle istituzioni psichiatriche. Al suo interno si sviluppano da anni tutta una serie di attività e organizzazioni che valorizzano il laboratorio museale di narrazione, l'inclusione sociale, la promozione della salute, dell’empatia e della solidarietà, nonchè la lotta a qualsiasi tipo di discriminazione. Nel 2010 gli è stato anche assegnato il Premio ICOM Italia come "Museo dell’anno per l’innovazione e l’attrattività nei rapporti con il pubblico", ma ora le sorti di una struttura così tanto apprezzata vengono messe inesorabilmente in discussione. "C'è ancora molto da fare per valorizzare il museo, ma occorre innanzi tutto consolidare e garantire le sue attività", si legge nella lettera indirizzara a Zingaretti, "Le chiediamo di scongiurare l’interruzione di questo pubblico servizio che garantisce l’apertura quotidiana del museo, l’accoglienza di migliaia di visitatori e lo svolgimento di tutte le attività collaterali ad esso legate", proseguono i rappresentanti del Coordinamento, che confidano in una pronta e incoraggiante risposta da parte dell'organo amministrativo regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento