MonteMarioToday

Torrevecchia e Trionfale: in attesa del "bis", è ormai emergenza

I raddoppi delle due arterie sono da tempo stati progettati, ma non vengono realizzati. Nei quartieri interessati intanto il traffico è praticamente paralizzato, con la concentrazione di polverini sottili in continuo aumento

Incolonnamenti di auto lungo le vie Torrevecchia e Trionfale. Un’immagine ordinaria nell’immaginario collettivo dei residenti. Due arterie nevralgiche per la mobilità del XIX Municipio paralizzate dal traffico nelle ore di punta. Un argomento scottante per tutte le amministrazioni che si sono avvicendate ai vertici del Municipio. Eppur è tutto fermo. La realizzazione della Torrevecchia Bis, il raddoppio della Trionfale, 2 enigmi senza risposte per i cittadini che vivono sulla propria pelle l’immobilismo delle istituzioni.

A via di Torrevecchia la situazione viaria è drammatica. In alcune ore la paralisi è totale con notevole aumento dei tempi di percorrenza, ritardi dei mezzi pubblici e picchi di inquinamento per la concentrazione di polveri sottili che aumenta nell’aria.

Unica soluzione da tanto tempo auspicata, la realizzazione della progettata Torrevecchia Bis: un percorso alternativo che eviti a migliaia di automobilisti il passaggio obbligato sull’attuale via di Torrevecchia. “Questa nuova strada (inserita nell’Art. 11 Primavalle-Torrevecchia) permetterebbe di liberare via di Torrevecchia dal traffico diretto verso il raccordo e da quello diretto verso il centro della città -passante a nord-ovest,  ha dichiarato il consigliere comunale del Pd in Campidoglio, Massimiliano Valeriani, lasciando il vecchio tracciato a disposizione prevalentemente della viabilità locale e liberando in parte anche la parallela via Pietro Maffi”.

Secondo il consigliere municipale  PD, Antonio Posarelli, solo al termine dell’iter burocratico in corso, non prima di 12 mesi, seguirà la gara d’appalto e apriranno  i cantieri.

E laddove la via Torrevecchia si congiunge con la via Trionfale, nel versante settentrionale, allora i serpentoni di lamiere si saldano. Da via Chiarugi fino al raccordo anulare, si materializza nelle ore di punta una fila perpetua di auto in transito verso i quartieri periferici di Ottavia, Selva Candida, Giustiniana, La Storta o verso il centro. Tutta la periferia nord di Roma è notevolmente penalizzata per la mobilità e anche qui l’unica soluzione resta da decenni la realizzazione del raddoppio della Trionfale, che offrirebbe al quadrante nord una consolare veloce per entrare e uscire da Roma senza dover intasare le strade dei quartieri per raggiungere l’Aurelia o la Cassia.

Ma il consigliere Valeriani adombra un’ipotesi inquietante. “C’era un progetto di raddoppio viario definanziato dalla giunta Alemanno, ha dichiarato Valeriani, Abbiamo, a questo punto, il fondato sospetto che la destra voglia costruire un tracciato alternativo che, invece dell’allargamento del vecchio tracciato di via Trionfale, vedrebbe la realizzazione di una nuova strada all’interno del Parco di Casal del Marmo. Questa scelta rimetterebbe in discussione il Piano del 2008 ed avvierebbe un pericoloso processo di speculazione edilizia con l’obiettivo di ripristinare le previsioni edificatorie del Prg del 1962 all’interno del Parco, annullando così le compensazioni previste e rimettendo al centro gli esclusivi interessi della rendita fondiaria”.

Tale soluzione ritarderebbe di decenni la realizzazione di un adeguato collegamento viario tra il quartiere di Monte Mario, il raccordo anulare e la periferia nord di Roma.

Proprio per sbloccare il progetto del raddoppio della Trionfale da via Chiarugi all’uscita sul GRA (Ipogeo degli Ottavi), è stata organizzata una raccolta di firme dai circoli del PD del Municipio Roma 19 (Balduina, Monte Mario, Primavalle, Torresina e Ottavia).

Replicano il presidente della commissione Bilancio del Comune di Roma, Federico Guidi, e il consigliere Pdl del XIX Municipio, Fulvio Accoranti, confermando l’importanza di opere viarie come la Torrevecchia bis per il quadrante nord di Roma. “Tra i fondi di Roma Capitale e il bilancio, questa amministrazione ha già impegnato ingenti risorse per la progettazione della Trionfale bis e per il raddoppio della Casal del Marmo, si legge un una nota congiunta, Ricordiamo che il Comune ha già integrato il finanziamento per la realizzazione della Torrevecchia bis e del collegamento tra via Casorezzo e via Esperia Esperani. Attualmente sono in corso di ultimazione tutte le procedure amministrative necessarie e gli espropri. Una volta ultimati questi passaggi verranno aperti i cantieri. Dal centrosinistra registriamo ancora una volta una polemica strumentale e dal sapore meramente elettoralistico”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento