MonteMarioToday

Da Torrevecchia a Primavalle, il corteo per difendere il diritto all'abitare

Sfratti, vendita all'asta delle case popolari, decreto Lupi e Mafia Capitale. Domani la manifestazione di Rete Sociale che parte da largo Millesimo fino alle palazzine Ater di Primavalle

La manifestazione di Unione Inquilini lo scorso novembre

"Togliamo di mezzo il mondo di sopra". E' all'insegna di questo slogan che si svolgerà domani sabato 24 gennaio il corteo della Rete Sociale in difesa del diritto all'abitare. La manifestazione si concentrerà dalle ore 15:00 in poi a Largo Millesimo per poi attraversare via di Torrevecchia e raggiungere le case popolari Ater di Primavalle dove si terrà una assemblea in piazza.

"Il governo della Troika si è scordato del blocco degli sfratti ed il temporaneo stand-by del decreto Lupi, che determina la messa all’asta delle Case Popolari ma che si accanisce contro chi si vede costretto ad occupare immobili vuoti, restano ogni giorno come tegole pericolose sulla testa di migliaia di uomini e donne che, al di là della loro pelle, reclamano dignità e diritti" scrive in un comunicato Claudio Ortale membro del Comitato Politico Nazionale di Rifondazione Comunista e portavoce del Circolo PRC "Panzironi" di Primavalle, tra i partecipanti al corteo.

La manifestazione è una delle numerose iniziative da tempo organizzate sia a livello locale che su scala nazionale in difesa del diritto alla casa nonchè contro gli sfratti e la vendita all'asta delle case popolari, come ad esempio fu il corteo dell'Unione Inquilini per le strade di Primavalle lo scorso novembre o il così detto "assedio" davanti la sede del Municipio XIV con la manifestazione della Rete Territoriale Diritti Sociali Roma Nord. 
otrebbe interessarti:https://montemario.romatoday.it/monte-mario/asta-case-popolari-il-confronto-dopo-l-assedio-municipio-XIV-aperto-al-dialogo.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

"Nella nostra città l’apparizione sugli schermi mediatici di Mafia Capitale non ha fatto altro che confermare quel che da sempre affermavamo: esiste da decenni a Roma una cinghia di trasmissione, ben lubrificata, che lega politici, amministratori e malaffare. Tutto questo mentre si chiede alla gente di continuare a stringere una cinta consumata che non ha più spazio ormai per aggiungervi altri buchi" prosegue la nota.   

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento