Domenica, 26 Settembre 2021
Torrevecchia Torrevecchia / Via Cogoleto

Centri massaggi "a luci rosse" a Torrevecchia: gestori in manette

Due centri massaggi che offrivano ai clienti anche un servizio extra: a pochi metri di distanza, sono state sequestrate dai carabinieri di Roma Trionfale. In manette i gestori

Torrevecchia quartiere a luci rosse? Magari esageriamo, ma in pochi metri di distanza i carabinieri della Compagnia Roma Trionfale hanno bloccato due attività di cosiddetti "massaggi", entrambe gestite da cittadini cinesi. Più che luci rosse, "lanterne rosse": in via Cogoleto, il centro era gestito da una 27enne orientale che percepiva i guadagni di altre 5 connazionali massaggiatrici. E dire che l'esercizio si pubblicizzava anche su quotidiani e siti internet.
Per la donna che gestiva il centro, l'accusa è di sfruttamento della prostituzione: la 27enne è stata portata a Rebibbia, mentre l'esercizio è stato sequestrato, così come i suoi proventi.

A pochi metri da lì, in via Adami, un'altra attività di prostituzione si celava dietro la maschera del centro massaggi. L'esercizio era a conduzione doppia: un uomo e una donna, entrambi cinesi di 29 anni, che avevano alle loro dipendenze due connazionali. Per i due "gestori" si sono aperte le porte del carcere: per l'uomo, quelle di Regina Coeli, per la donna, quelle di Rebibbia.


Sempre nella giornata, altre operazioni dei carabinieri a Tor di Quinto, a via Flaminia, a via Scalea Bruno Zevi, a largo Picasso e in viale Olimpionici, hanno dato come risultato 25 contravvenzioni. A riceverle, 12 prostitute, un transessuale, 6 uomini dediti alla prostituzione maschile e 6 clienti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri massaggi "a luci rosse" a Torrevecchia: gestori in manette

RomaToday è in caricamento