MonteMarioToday

Torresina, il Comitato riceve la diffida: riaperto il parco Zietta Liù

Di nuovo accessibile dopo due giorni di protesta. Campagna: “Il parco è di tutti”

Il parco Zietta Liù di Torresina è stato riaperto nella tarda mattinata di ieri 10 maggio dal Comitato di quartiere, che lo gestisce volontariamente. Il cdq, che aveva chiuso i lucchetti in polemica con l’Amministrazione, rea a sua detta di non aver ascoltato negli ultimi due anni le richieste del Comitato, ha ricevuto la diffida da parte del direttore di Monte Mario, Antonio Fernando Di Lorenzo. Così è stato fatto un passo indietro.

Chiuso il parco Zietta Liù

Come raccontato da RomaToday, il Comitato Torresina - che si occupa dell'apertura e chiusura del parco, oltre a effettuare interventi di manutenzione - è arrivato a prendere la decisione di chiudere e riconsegnare le chiavi dell’area, dove è presente il parco inclusivo, per “il silenzio assordante” del Municipio registrato dopo gli atti vandalici dello scorso 30 marzo, quando ignoti devastarono alcuni alberi del giardino. In quell’occasione, il cdq sbottò: “Nessuno si è sentito in dovere di manifestare preoccupazione per i fatti che hanno scosso la comunità, non è stata fatta neanche una telefonata di umana solidarietà a chi ha mantenuto un bene pubblico e un patrimonio comunale indenne da qualsivoglia vandalizzazione”. A ciò, sempre a detta del Comitato, si aggiunsero altri elementi, ovvero l’assenza di dialogo con la parte politica. E la mancanza di manutenzione del parco da parte del Municipio, nei sui ambiti di competenza.

Danneggiati alberi nel parco Zietta Liù

"Il parco è di tutti"

Il presidente del Quattordicesimo, Alfredo Campagna, da par sua ha spiegato che il parco “è di tutti” e che “deve restare aperto. È stato recentemente oggetto di atti vandalici, come purtroppo avviene in molti parchi pubblici della nostra città. A seguito di questo episodio, il Comitato ha espresso  la volontà di recedere dall’accordo siglato nel 2014 con il Municipio XIV per la custodia dell’area, come forma di protesta contro questa Amministrazione municipale accusata di non essere intervenuta e di non aver manifestato solidarietà per l’accaduto. Noi da sempre siamo aperto al confronto e al dialogo. Fin dall’inizio del mandato ad oggi, - prosegue Campagna - l’attenzione sul quartiere di Torresina non è mai venuta meno: il 7 luglio 2016, a pochi giorni dal nostro insediamento abbiamo avuto un primo incontro ufficiale proprio con il cdq Torresina. È stata un’occasione per conoscerci e per condividere la nostra innovativa metodologia operativa: processi di partecipazione apartitici, con al centro unicamente i temi del territorio. Di contro, ho dovuto con rammarico constatare l’assenza del cdq Torresina, all’assemblea territoriale tenutasi proprio a Torresina lo scorso 2 dicembre, nonostante di tale riunione si fosse data ampia e pubblica evidenza (in quell’occasione, in verità, un consigliere del cdq era presente, ndr)”.

Chiuso il parco Zietta Liù: riconsegnate le chiavi

Un dialogo costruttivo

“Questa - ha proseguito Campagna - sarebbe stata un’ottima occasione per un incontro aperto di confronto e dialogo costruttivo perché si sono affrontati molti temi afferenti alle problematiche del quartiere. Argomenti ben noti, che abbiamo voluto discutere  con i cittadini, condividendo difficoltà e processi che dall’inizio del nostro mandato abbiamo con caparbietà portato avanti nelle opportune sedi istituzionali e che hanno prodotto dei risultati concreti per il territorio: a titolo esemplificativo ricordo l’apertura della rotatoria di via Paolo Rosi/via Palmisano, il ripristino del corretto funzionamento della rete per lo smaltimento delle acque reflue, a tempi record, e l’assegnazione degli orti urbani (all’associazione Cerrosughera, ndr)”.

Le parole del presidente Campagna

Attraverso il lavoro svolto dalle commissioni, dalla giunta e dal Consiglio, ha sostenuto Campagna, “abbiamo dimostrato di essere aperti al dialogo e al confronto con tutti i cittadini, sia singoli che associati e di far prevalere l’interesse pubblico collettivo rispetto a quello di parte. L’istituzione dell’albo delle libere forme associative è una dimostrazione della nuova filosofia scelta per avvicinare  cittadini e istituzioni in questo Municipio. Questo è il nostro metodo lavorativo, senza proclami né promesse irrealizzabili, che non offre corsie preferenziali e, soprattutto, che non chiede in cambio consenso politico. Portiamo avanti così, con onestà e trasparenza, la nostra visione di comunità e di sviluppo del territorio, affrontando gli ostacoli che gli iter procedurali, spesso da troppo tempo stagnanti, presentano”.

A Torresina il parco giochi inclusivo

Il disciplinare firmato dal Comitato

Tornando al parco Zietta Liù, il presidente ha puntualizzato: “Mi preme precisare che il cdq per ottenerne la custodia ha firmato, accettandone le condizioni, un verbale di consegna e un disciplinare. La decisione di chiudere il parco, oltre che violare palesemente le norme, ha sottratto alle tante famiglie del quartiere di Torresina e non solo, il diritto di fruire di un  prezioso bene comune. Mi auguro – ha concluso – che il cdq faccia prevalere il buon senso e l’interesse collettivo e gestisca il parco fino alla scadenza dei 90 giorni, fissata per il 9 luglio 2018, concordando con la parte tecnica del Municipio la riconsegna delle chiavi, nel rispetto del disciplinare. In ultimo, informo che stiamo lavorando di concerto con il Dipartimento Tutela Ambientale per la futura adozione dell’area da parte di cittadini e associazioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commissione Trasparenza sul parco Zietta Liù

Oggi 11 maggio, in via Mattia Battistini, si è tenuta la commissione Trasparenza, presieduta da Julian Colabello, consigliere Pd di Monte Mario, sulla vicenda del parco Zietta Liù. Alcune mamme di Torresina, presenti all’incontro, hanno chiesto che possa ricominciare il dialogo. E hanno sostenuto: “Sarà difficile trovare sostituti all’altezza di chi, nel Comitato, si occupa del Parco”. Mentre Massimo Paolini, presidente del cdq, ha riferito di una “situazione pesante, mai in passato abbiamo avuto conflitti con le Amministrazioni politiche, sia di centrodestra che di centrosinistra. Al Municipio abbiamo chiesto di risolvere alcune questioni, come il campo di calcetto chiuso per motivi di sicurezza. Poi ci sono giochi che devono essere sistemati. Mai una risposta abbiamo ricevuto in questi mesi”. La speranza, a detta di molti, è che lo strappo possa ricucirsi. Per il bene della collettività e di una realtà, come quella del parco Zietta Liù, unica nel suo genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento