MonteMarioToday

Scuola Selva Candida, verde nel degrado. M5s se ne lava le mani: "Non è colpa nostra"

Il consigliere De Laurentiis (M5S): "Dirigente scolastica e direttore dei lavori, ognuno per la parte di propria competenza, sono gli unici titolati a dovere provvedere alla manutenzione"

La situazione nella scuola di Selva Candida (foto Facebook Comitato spontaneo genitori scuola di Selva Candida)

Il Comitato spontaneo dei genitori scuola Selva Candida aveva denunciato "lo stato di abbandono dei luoghi" per quanto riguarda il plesso di via Santi Audiface e Abacuc. Non solo: aveva ricordato un incontro avuto due settimane fa con il presidente del Municipio XIV, Alfredo Campagna, aggiungendo: "Non è partito il lavoro di pulizia promesso per bonificare le zone adiacenti". Il M5S però non ci sta. E Paolo De Laurentiis, presidente della commissione Ambiente di Monte Mario, ha detto: "La dirigente scolastica e il direttore dei Lavori, ognuno per la parte di propria competenza, sono gli unici titolati a dovere provvedere alla manutenzione delle opere comprese nel plesso scolastico, verde compreso e gli unici responsabili per eventuali danni a cose o persone derivanti da mancata manutenzione. Il Municipio, non avendo nulla in carico, non può spendere soldi pubblici per lavori che non sono di propria competenza".

NOTA - Insomma, la vicenda non è stata digerita tanto bene dalla parti di via Mattia Battistini. Qualche esponente dei Cinque Stelle, nei corridoi, ha commentato: "Non è possibile che ci sia sempre questo messaggio, cioè che noi non facciamo niente". A dire il vero, il minisindaco in una nota protocollata il 7 aprile aveva scritto alla dirigente scolastica. Nel documento, Campagna aveva evidenziato che erano pervenute segnalazioni sull'incuria dell'area adiacente alla scuola. Per una risoluzione della criticità, Alfredo Campagna ha chiesto di avere ogni informazione utile in merito alle richieste della dirigente rivolte agli uffici competenti. Ma risposte alla lettera, finora, non sarebbero arrivate. 

PRECISAZIONE - A rincarare la dose, ecco le parole di De Laurentiis apparse su Facebook: "Le opere ultimate sono state consegnate dalla ditta esecutrice dei lavori alla dirigente scolastica e le opere non ultimate sono ancora in carico alla ditta che ha eseguito i lavori. Questo è già stato detto nell'incontro avuto due settimane fa con alcuni rappresentanti del Comitato spontaneo dei genitori, tra i quali era presente anche un ex consigliere municipale del PdIl presidente Campagna nell'occasione – ha proseguito – aveva premesso che il Comitato avrebbe dovuto rapportarsi con la professoressa Brunella Martucci e che, comunque, prima di un eventuale intervento straordinario del Municipio, da valutare nelle modalità, avrebbe formalmente chiesto alla dirigente scolastica quali iniziative avesse intrapreso, o stesse per intraprendere, per risolvere le criticità relative, tra l'altro, anche alla manutenzione del verde. La professoressa Martucci – ha terminato – non risulta avere ancora risposto. I genitori prendano atto della situazione e indirizzino le loro lecite richieste ai responsabili della manutenzione del plesso scolastico. Il presidente Campagna prende atto della mancata, per ora, risposta della dirigente scolastica, per le decisioni da adottare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

Torna su
RomaToday è in caricamento