MonteMario

Rogo di Primavalle, Masini (Pd): "Una delibera per una memoria sugli Anni di Piombo"

Paolo Msini, consigliere capitolino del Pd, è promotore di una delibera per istituire una Consulta cittadina per una memoria condivisa degli anni di Piombo. "Alemanno prenda definitivamente le distanze da chi fa delle ideologie uno strumento di violenza"

"Meno appelli e più fatti". E' questo in sintesi il messaggio che Paolo Masini, consigliere capitolino del Pd, vuole lanciare con la delibera di cui è promotore sulla Consulta cittadina per una memoria condivisa degli Anni di Piombo. "Altra ricorrenza di una tragedia degli Anni di piombo e altro giro alla fiera delle buone intenzioni per Alemanno", dice Masini, commentando la commemorazione alla quale il sindaco ha presieduto, in occasione del 39esimo anniversario del Rogo di Primavalle.

"E' sempre più sconcertante ascoltare il sindaco lanciare appelli per il superamento delle contrapposizioni e delle strumentalizzazioni, così come promesse di percorsi condivisi senza che abbia mai fatto niente di concreto. Tanto più che noi da tempo - dice Masini - ci siamo mossi da anni verso questa direzione e aspettiamo da anni che venga portata in Aula la delibera scritta con Giampaolo Mattei, per una consulta che unisca e dia la parola prima di tutto ai familiari delle vittime di quella drammatica. Siamo stanchi di ripeterlo: meno appelli e più fatti. Sono sotto gli occhi di tutti il clima teso e la deriva di violenza politica che abbiamo vissuto in questi ultimi anni a Roma – continua l'esponente democratico –, dagli scontri di Piazza Navona alle sprangate ai militanti del Pd in IV municipio che attendono ancora la solidarietà del sindaco".

"Di questo passo, alla fine del suo mandato Alemanno ci lascerà solo un salto indietro sul percorso coraggioso avviato da Veltroni – con il memorabile abbraccio tra Giampaolo Mattei e Carla Verbano – e che noi abbiamo tentato di portare avanti, nonostante tutto". Conclude Masini: "Proprio nel giorno in cui ricordiamo il folle sacrificio di Virgilio e Stefano Mattei, chiediamo che si passi dalle parole ai fatti. Alemanno prenda definitivamente le distanze da chi fa delle ideologie uno strumento di violenza, lavori per unire e non più per dividere e, anche a partire da questo bilancio comunale, dia segnali inequivocabili. La proposta di delibera c'è, il Pd anche: manca solo lui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo di Primavalle, Masini (Pd): "Una delibera per una memoria sugli Anni di Piombo"

RomaToday è in caricamento