rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Primavalle Selva Candida / viale gandin

Viale Gandin al buio da giorni. "Contributo al degrado e rischio incidenti"

Le segnalazioni in merito al disservizio in questa strada tutt'altro che nuova a denunce di questo tipo. Gattanella: "Punto di riferimento per la cittadinanza locale, ma diventa tutto rischioso in mancanza di illuminazione"

E' al buio da giorni viale Gandin, tra i quartieri di Palmarola e Selva Candida. In tanti, tra cittadini e residenti, segnalano il disservizio in questa strada 
tutt'altro che nuova a denunce di questo tipo. "Una periferia dimenticata" ci raccontavano alcune testimonianze qualche mese fa, tra il degrado e l'incuria di una zona che è al contrario molto frequentata.

"L'area di viale Gandin è divenuta un punto di riferimento per la cittadinanza locale. Ogni giorno anziani, bambini ed adulti frequentano quello spazio verde per dedicarsi al gioco, al passeggio o al jogging, attività che diventano oggettivamente rischiose in caso di mancata illuminazione trattandosi di un viale aperto al traffico" racconta a RomaToday Daniele Gattanella, che è anche tra i rappresentanti del Movimento civico Libera Energia per Roma che più volte ha portato alla ribalta le criticità di questa via.

"Bisogna porre in evidenza come l'oscurità è elemento di attrazione per soggetti poco raccomandabili che, mimetizzandosi nel buio, bivaccano ubriachi contribuendo a rendere indecorosa la zona. Si consideri che l'unico intervento più o meno sostanziale di risanamento dell'area è avvenuto soltanto dopo quel terribile incidente di questa estate" continua Gattanella facendo riferimento a un drammatico incidente accaduto lo scorso agosto proprio in questa via.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Gandin al buio da giorni. "Contributo al degrado e rischio incidenti"

RomaToday è in caricamento