Primavalle Primavalle / Via della Valle dei Fontanili, 128

Torrevecchia bis, passo avanti sul progetto: "Ultimati gli atti per gli espropri"

L'obiettivo è il collegamento tra Monte Mario e via della Valle dei Fontanili

Il traffico attualmente congestionato e incanalato in un’unica direzione. Una soluzione che aspetta la luce da anni e che, probabilmente, è giunta a un punto di svolta. La Torrevecchia bis, che prevede il collegamento viario tra Monte Mario e via della Valle dei Fontanili, rientra nel piano di recupero urbano Primavalle-Torrevecchia. Un’arteria, questa, il cui fine è migliorare la viabilità nel quadrante nord ovest della città, soprattutto per chi è diretto verso la Galleria Giovanni XXIII e proviene da Casalotti, Boccea, Quartaccio, Casal del Marmo, Torresina. Alessio Cecera, consigliere Pd nel Municipio XIV, nei giorni scorsi ha detto: “Gli atti per gli espropri delle aree necessarie alla realizzazione della Torrevecchia Bis - avviati nel 2015 - sono in fase conclusiva”. Nel progetto è prevista anche una pista ciclabile e barriere antirumore: “Il prossimo passaggio è quello di indire il bando, per individuare le ditte che si dovranno occupare dei terreni da espropriare”.

I prossimi passi

Il tema è rimasto a lungo in naftalina e nelle settimane scorse ha avuto un’accelerata. Secondo quanto appreso da RomaToday, già in estate erano arrivati segnali di un possibile avvio delle procedure di esproprio. Le bocche, però, erano rimaste cucite. Perché il progetto più volte ha subito ritardi e modifiche. Fino allo strappo di settembre anche se la prudenza resta d'obbligo. Vedendo il bicchiere mezzo pieno, quindi, quali saranno i futuri step? Così Cecera: “Ora le aree vanno misurate, picchettate, consegnate alle imprese per le opere propedeutiche. Fondamentale è garantire, come già previsto da un accordo siglato con Roma Capitale all'inizio del percorso progettuale dell'opera, la continuità delle attività sportive all'Us Primavalle Calcio, che dal 1951 svolge attività calcistica e sociale sull'area adiacente a quella dove sorgerà la nuova strada di collegamento”

"Lunghi anni di attesa"

Sulla vicenda, poi, è intervenuto pure il consigliere Fulvio Accorinti (Fratelli d’Italia) che ha commentato: “Sono passati un po' di anni dal 2008, quando per la prima volta l’opera veniva finanziata dalla giunta capitolina di centrodestra. Lunghi anni di attesa e di modifiche progettuali, di finanziamenti aggiuntivi viste le lungaggini burocratiche, di aggiunte progettuali dovute al rispetto delle normative ma alla fine, con il termine delle procedure di esproprio, ci siamo. Voglio ricordare che in oltre un anno l’attuale giunta non ha mai fissato un incontro sull’argomento. Spero che nessuno ponga ostacoli al progetto: la Torrevecchia bis va fatta”.

Decongestionare il traffico

Soddisfazione - seppur controllata - è stata manifestata dal comitato di quartiere Torresina, che aveva raccolto migliaia di firme per sostenere l’avvio della Torrevecchia bis. “Era l’unica alternativa al ripristino dei sensi unici in via di Torrevecchia – hanno riferito – per arrivare al nostro quartiere c’è solo una strada di accesso, via della Valle dei Fontanili. Il collegamento tanto atteso ci permetterebbe di raggiungere Monte Mario in tempi rapidi. In più consentirebbe alla viabilità un agevole accesso alla Galleria Giovanni XXIII”

m5s-7-4

Il pensiero (passato) del M5S 

E il M5S? RomaToday ha chiesto quali saranno i prossimi passaggi e come intende muoversi l’Amministrazione, ma non ha avuto una risposta. Per il momento, a onor del vero, una traccia del pensiero a Cinque Stelle sulla Torrevecchia bis esiste ed è datata 2013. Una posizione messa in calce sul blog di Beppe Grillo (vedi immagine sopra) e che andava in questa direzione: “Se si fanno nuove strade circoleranno più auto e aumenterà l'inquinamento, se si fanno piste ciclabili circoleranno più biciclette e ci sarà un miglioramento della salute della popolazione, se si fa un parco il quartiere avrà uno spazio di libertà anziché traffico e rumore. Ed ecco, quindi, che i terreni destinati alla Torrevecchia bis potrebbero essere destinati a verde pubblico, all'interno una strada bianca che colleghi Torresina al trenino FR3 e ai capolinea degli autobus. Essendo la popolazione della Torresina di giovane età, sicuramente una parte andrebbe in bici, alleggerendo il traffico. Soluzioni semplici per problemi concreti”. Parole, queste, rilanciate in un video in cui sono presenti gli attuali consiglieri comunali, Angelo Diario e Marco Terranova dove veniva inoltre spiegato: “I cittadini chiedono meno traffico e maggiore velocità negli spostamenti e la soluzione non è aumentare i chilometri di strade. Pensiamo al contrario che mezzi pubblici efficienti e piste ciclabili siano una risposta migliore e più a misura d'uomo: Los Angeles docet”. E ancora: “Nuova strada, che vuol dire anche nuovo insediamento urbano, nuovi palazzi, centri commerciali: una soluzione al traffico assolutamente non significativa, perché nuove case vogliono dire nuove macchine aggiuntive e, quindi, traffico aggiuntivo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrevecchia bis, passo avanti sul progetto: "Ultimati gli atti per gli espropri"

RomaToday è in caricamento