rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Primavalle Torrevecchia / Via Cardinal Domenico Capranica

Primavalle, nuovo insediamento abusivo: "Rom fuori controllo"

Nuovo insediamento tra via Cardinal Capranica e Largo Sacconi: sgomberi già lo scorso anno e prima dell'estate. "Cittadini romani come fossero di serie B": la denuncia di Marco Visconti e Augusto Santori

Rom fuori controllo e cittadini di serie B. Si riassume così la denuncia di Marco Visconti e Augusto Santori, rispettivamente Presidente di Movimento Capitale ed esponente di DifendiAmo Roma circa i nuovi insediamenti abusivi nel quartiere di Primavalle. "Continuiamo a ricevere email e segnalazioni dai cittadini che, come accade sempre più spesso a causa dell'assoluto immobilismo di municipi e dipartimenti, vedono nelle nostre associazioni una luce in fondo al buio" scrivono i due esponenti in una nota ufficiale.

Al centro delle polemiche l'insediamento tra via Cardinal Capranica e Largo Sacconi, "l'ennesimo" e che "fa esplodere la rabbia dei residenti" raccontano. "Lo scorso anno, grazie ai PICS della polizia municipale, avevamo ottenuto una massiccia operazione di sgombero e bonifica nell'area verde di via Aloisi Masella, a due passi da qui, ma senza controlli dell'amministrazione - proseguono Visconti e Santori - non si va da nessuna parte".

Anche prima dell'estate si era provveduto a un ulteriore sgombero sempre in questa stessa zona tanto che adesso, a distanza di mesi e visto il continuo ripetersi di sgomberi e insediamenti, i due esponenti parlano senza mezzi termini di un quartiere dimenticato, una Primavalle "completamente abbandonata da Marino e i suoi presidenti di municipio, come accaduto per moltissime altre periferie".

"E' ora che si dimettano e noi non ci fermeremo fino a quando non avremo raggiunto questo traguardo, per la dignità di tutti i cittadini romani specie quelli che vengono vergognosamente ritenuti di serie B" conclude la nota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primavalle, nuovo insediamento abusivo: "Rom fuori controllo"

RomaToday è in caricamento