MonteMarioToday

Primavalle, domani i funerali di Valerio Panzironi, segretario del Circolo di Rifondazione Comunista 'Guido Puletti'

Il 28 giugno, nelle prime ore del pomeriggio, Valerio Panzironi si è spento nell'ospedale San Filippo Neri dove era stato ricoverato nella notte di sabato scorso per problemi cardiaci. "Valerio era il segretario del Circolo di Rifondazione Comunista "Guido Puletti" di Primavalle da appena sette mesi, scrive il consigliere del Municipio XIX Claudio Ortale diffondendo la notizia.

Il 28 giugno, nelle prime ore del pomeriggio, Valerio Panzironi si è spento nell'ospedale San Filippo Neri dove era stato ricoverato nella notte di sabato scorso per problemi cardiaci. "Valerio era il segretario del Circolo di Rifondazione Comunista "Guido Puletti" di Primavalle da appena sette mesi, scrive il consigliere del Municipio XIX Claudio Ortale diffondendo la notizia. Ma la sua generosità, il suo impegno politico e la sua grande umanità, che già lo avevano contraddistinto in tanti decenni spesi per sostenere le lotte dei lavoratori dell'Atac e di tutti gli oppressi, non erano mai venute meno neanche in questo ultimo anno in cui aveva ripreso a impegnarsi nuovamente a tempo pieno, per dare ancora una volta una mano e provare a "cambiare lo stato delle cose presenti". Noi lo vogliamo ricordare ancora sorridente dietro ai suoi incredibili baffoni e con quel suo "restiamo umani" che è riuscito sempre a trasmettere a tutti noi, insieme a una umiltà nel fare le cose che troppo spesso non si trova più tra di noi che restiamo qui in silenzio. Che la bandiera rossa, quella che hai alzato e sventolato tante volte nella tua vita, possa ricoprire con delicatezza il tuo corpo di uomo e di compagno. Ciao Valerio". Non c'è solo il commento di Ortale. Ci sono anche altri messaggi inviati al consigliere. "L'ho conosciuto di persona e rincontrato alla festa nazionale, al circolo Puletti e al corteo pro Walter Rossi. Non averlo più vicino e poterci scherzare e discutere e condividere speranze mi riempie di dolore. Dai miei pochi 28 anni l'ho sentito subito vicino come se l'avessi conosciuto da sempre. La sua umanità e modestia sono esemplari. Dani", si legge su un messaggio.
 
 Domattina (1 luglio), dalle 8.30 alle 11.30, sarà aperta la camera ardente presso l'ospedale San Filippo Neri a Monte Mario (traversa di via Trionfale). "Alle ore 10 - scrive Ortale - faremo la commemorazione di Valerio con tutti e tutte coloro che vorranno ricordarlo anche attraverso un breve saluto. Le figlie Federica e Valentina nel ringraziare tutti gli amici e compagni mi hanno detto che non hanno problemi che vengano portate le bandiere rosse. Sono le stesse bandiere rosse che Valerio ha conosciuto fin da bambino in famiglia e poi amato da ragazzino già negli scontri a Porta San Paolo del 1960. Federica (la figlia di Valerio Panzironi, n.d.r.) mi ha anche espresso il desiderio di non far portare troppi fiori ai compagni e amici di suo padre: "...Sto cercando invece di raccogliere dei soldi che vadano poi con consiglio dei suoi amici più cari a qualcosa in cui lui credeva poi si vedrà, non voglio costringere nessuno vorrei solo che gli apprezzamenti di chi gli voleva bene non vadano persi in un cimitero, ma che vengano utilizzati come avrebbe voluto lui..."
 
"Come compagne e compagni di Primavalle faremo nostro questo suo desiderio - scrive Ortale - chi vorrà, potrà poi seguire Velerio fino al cimitero di Prima Porta, dove come da lui richiesto verrà cremato. Continueremo a parlare di Valerio e della sua incredibile capacità di "restare umano" nella nostra ormai prossima Festa Rossa che sentiamo tutti e tutte il desiderio di dedicargli...Perchè Valerio è stato estremamente generoso nella sua Vita, mentre la Vita è stata davvero tiranna nei suoi confronti. Ciao Valerio. I compagni e le compagne del "Guido Puletti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento