Martedì, 26 Ottobre 2021
Primavalle Torrevecchia / Via Pietro Maffi

L'innovazione va in periferia: nasce il FabLab di Primavalle

Taglio del nastro per il nuovo FabLab nell'IC Pietro Maffi: offrirà percorsi di formazione e abilitazione alle nuove competenze per il mercato del lavoro. Zingaretti: "Istruzione non sia lusso"

Taglio del nastro per il nuovo FabLab voluto dalla Regione Lazio nel quartiere di Primavalle, negli spazi dell'IC Pietro Maffi. Il FabLab è stato realizzato grazie alla collaborazione tra CoLaborando, start-up vincitrice del bando ''Innovazione sostantivo femminile'' e l'associazione Roma Makers. 

La start-up attraverso i fondi europei ottenuti ha finanziato l'acquisto dei macchinari necessari e gestisce direttamente lo spazio nei locali messi a disposizione dalla scuola Pietro Maffi,  l'Aps Roma Makers dal canto suo provvederà a fornire tutta l'esperienza acquisita nell'innovazione digitale sociale per l'attivazione di processi positivi sul territorio e in particolare sulle scuole. 

Grazie al FabLab i ragazzi, docenti e genitori potranno usufruire di una straordinaria occasione di crescita e formazione. Il fablab Primavalle - fanno sapere dalla Regione Lazio - vuole essere un hub che andrà ad agire su un quartiere storicamente popolare, nel tentativo di offrire percorsi di formazione e abilitazione alle nuove competenze per il mercato del lavoro, particolarmente sul campo dell'interior design e del tessile. Parallelamente sarà uno spazio di aggregazione giovanile per i tanti neet in cerca di una dimensione e di una strada. 

Nasce il FabLab di Primavalle

Con la collaborazione dell''istituto scolastico ''Pietro Maffi'' è stato poi attivato un percorso di formazione alla cultura e alla consapevolezza digitale che coinvolge gli studenti, i docenti e i genitori.

"Oggi inauguriamo nella nostra scuola che si trova in un quartiere molto bello e interessante come Primavalle inauguriamo il FabLab che offre un'opportunità straordinaria sia ai ragazzi che agli adulti, e li prepara a una sfida molto importante che è quella del Piano Nazionale della Scuola Digitale che impone come istituzione scolastica di formare le nuove generazioni ma anche i docenti a tutti cui ciò' che è innovazione digitale e didattica" - ha detto la preside dell'istituto, Franca Ida Rossi, esprimendo felicità a nome di tutta la scuola per l'inizio del percorso e per l'opportunità data al territorio "perchè - ha sottolineato la Dirigente - questa scuola deve essere aperta al territorio e credo che questo sia un modo molto bello per farlo".

"Oggi è stata una piacevole visita che dimostra la forza di Roma quando c'è, come in questo caso, una straordinaria capacità di ascolto, collaborazione e spirito combattivo nei territori. Qui era stato visto un bando da una associazione nel 2015, dedicato allo spirito imprenditoriale innovativo delle donne. Incontrando un territorio una scuola e un Municipio che a suo tempo hanno collaborato si è aperta, in una importante periferia, un luogo dedicato alla crescita e all''utilizzo delle nuove tecnologie che va incontro all'altra grande sfida, quella dei kit 3D" - il commento del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine del taglio del nastro. "L’istruzione non può essere un lusso, le ragazze e i ragazzi - ha aggiunto - devono avere la possibilità di accedere a questi nuovi strumenti rivoluzionari a prescindere dalla loro condizione familiare o da dove abitano, in centro o in una periferia, nessuno deve essere dimenticato".

Nel FabLab presso la scuola Pietro Maffi di Primavalle le ragazze e i ragazzi avranno dunque un’opportunità in più: nel laboratorio innovativo, il primo del quartiere e aperto a tutti, ognuno potrà trovare macchinari e tecnologie di ultima generazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'innovazione va in periferia: nasce il FabLab di Primavalle

RomaToday è in caricamento