MonteMario Piazza di Santa Maria della Pietà

Parco ciclopedonale Monte Ciocci-Monte Mario: "Inaugurato senza il collaudo finale"

Volpi (M5S): "Il Comune come può fare dei bandi su un qualcosa che non rientra nel proprio patrimonio? L'opera a oggi risulta ancora in carico a Rfi"

Alessandro Volpi (foto Facebook)

"Sul parco ciclopedonale Monte Ciocci-Monte Mario bisogna fare chiarezza. Il Pd accusa Comune e Municipio di inefficienze, che però sono conseguenze dirette delle loro azioni". A parlare è Alessandro Volpi, consigliere del M5S. Nel caso specifico, lui non fa nomi. Ma è chiaro che il diretto interessato del messaggio sia Julian Colabello, consigliere democrat.

"È stato evidenziato che nel recente bando comunale, per la pulizia delle aree verdi adiacenti alle piste ciclabili, il Parco è stato tagliato fuori. Non tutti sanno, però, che il percorso è stato inaugurato senza aver ottenuto il collaudo finale. Test, questo, mai portato a termine negli anni successivi. Tecnicismi diranno in molti, ma questo cosa comporta? Senza tale vaglio – ha aggiunto – il Comune non ha potuto acquisire il parco ciclopedonale nel proprio patrimonio. A oggi, infatti, l’opera risulta ancora in carico a Rfi". 

Volpi, infine, ha commentato: "Il Comune come può fare dei bandi su un qualcosa che non rientra nel proprio patrimonio? Sarebbe più opportuno domandarsi perché non si sia provveduto a far collaudare la pista prima o subito dopo l’apertura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco ciclopedonale Monte Ciocci-Monte Mario: "Inaugurato senza il collaudo finale"

RomaToday è in caricamento