Ottavia Ottavia / Via Ilario Corte

Via Ilario Corte, la strada resta inagibile: "Ora ci crescono anche le piante"

La via è transennata ma da mesi non si muove foglia. A marzo Alessio Cecera, consigliere Pd di Monte Mario, presenta un'interrogazione che ancora attende una risposta

Via Ilario Corte

A ottobre la segnalazione "l'asfalto sta sprofondando", il tempo che trascorre fino all'attuale situazione "ora ci crescono anche le piante". Via Ilario Corte, zona Ottavia, resta impraticabile da dieci mesi. "Se quacuno si fa spazio per passare con l'auto non lo so – riferisce un residente – ma, carte alla mano, la via è chiusa". 

Sulla questione batte i pugni pure Alessio Cecera, consigliere Pd di Monte Mario. L'esponente democrat, a marzo, presenta un'interrogazione, in cui ripercorre le tappe della vicenda: "Un sopralluogo tecnico ha constatato che il cedimento della strada è stato causato da una dispersione di una vecchia condotta della fogna in carico ad Acea Ato2. La condotta va in pressione nella parte di fondo valle, che corrisponde al tratto di via Ilario Corte. Dopo vari solleciti dell’Acru (Associazione consortile di recupero urbano)  l’11 ottobre c’è stata una riunione con i soggetti coinvolti, per stabilire competenze per la riparazione e il ripristino della sede stradale”.  A quell’incontro “non ha partecipato Acea. Pare che nessun organo istituzionale ne abbia sollecitato la presenza. L’Acru Nuova Periferia, per incalzare Acea, ha effettuato una videoispezione sulla tratta fognante delle acque nere, per verificare l’integrità o eventuali rotture”.

L'esponente del Partito democratico, così, rilancia: "Nell'ultima capigruppo ho ricordato che l'Amministrazione è fuori tempo massimo di due mesi nella risposta alla mia interrogazione – confessa a RomaToday – vorrei capire cosa intendono fare e che atti vogliono portare avanti per risolvere la criticità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Ilario Corte, la strada resta inagibile: "Ora ci crescono anche le piante"

RomaToday è in caricamento