MonteMarioToday

Via Casorezzo, questa strada non sarà più una piscina?

L'intervento a Selva Candida per sistemare il tratto troppo spesso soggetto ad allagamenti. Ass. Cecera: "Impegno mantenuto". Per il risultato, basterà aspettare

Per i residenti di Selva Candida, via Casorezzo vuole dire prima di tutto il tanto atteso collegamento con la Esperia Sperani, ma c'è anche un'altra annosa questione legata piuttosto alle condizioni strutturali della stessa via. Più volte in passato è bastata anche la pioggia più dilazionata ad allagare soprattutto un tratto specifico, trasformandolo così in una vera e propria "piscina" non solo pericolosa ma anche tale da compromettere la viabilità di una via già abbondantemente congestionata dal traffico.

E' stato attuato in questi giorni, perciò, il rifacimento di quel tratto con la realizzazione di una nuova condotta con griglia tale da drenare il flusso di acque bianche. "Era uno degli impegni che con Andrea Montanari e Luciano Bravi ci eravamo presi per Selva Candida" spiega soddisfatto l'Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XIV Alessio Cecera citando a sua volta i rispettivi Presidenti della Commissione Bilancio e Lavori Pubblici. Se l'operazione è stata fatta a regola d'arte risolvendo così finalmente il problema, lo scopriremo solo con il tempo e le prossime piogge.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento