MonteMarioToday

Siti archeologici, il decreto del governo per salvare i tesori di Ottavia?

Donazioni detraibili per finanziare recuperi e restauri di siti archeologici abbandonati. Il Decreto Franceschini apre uno spiraglio anche per gli interventi su Ipogeo degli Ottavi, Ninfeo della Lucchina e gli scavi nei Giardini di Ottavia

Imprese e privati potranno usufruire di un credito di imposta del 65% detraibile in tre anni per le donazioni e i versamenti finalizzati al recupero e al restauro dei siti archeologici lasciati in stato di abbandono. Lo ha annunciato pochi giorni fa il Ministro Dario Franceschini in riferimento all'approvazione del decreto legge del Governo che pare aprire finalmente un varco per la riqualificazione del patrimonio storico-culturale del nostro paese. Una notizia importante che riguarda da vicino anche il territorio del Municipio XIV, che potrebbe così usufruire di qualche incentivo per il recupero e la valorizzazione dei così detti "tesori di Ottavia".

Dallo straordinario Ninfeo della Lucchina all'antico Ipogeo degli Ottavi, entrambi in attesa di restauro e conseguente riapertura al pubblico; ma anche il proseguimento degli scavi archeologici nella zona dei Giardini di Ottavia, in cui sono stati rinvenuti resti di insediamenti etruschi e sepolture risalenti al VI secolo a.C. Un preziosissimo patrimonio che rischia di andare perduto e per il quale cittadini e associazioni locali stanno da tempo portando avanti battaglie di informazione e sensibilizzazione all'attenzione anche di istituzioni e autorità competenti.

"Anche noi cittadini possiamo fare la nostra parte, segnalando al Ministero dei Beni Culturali lo stato di degrado in cui versano questi siti e chiedendone così il restauro" sollecita proprio di una di queste realtà, l'Associazione culturale Lucchina e Ottavia, reduce dal successo della passeggiata archeologica organizzata in occasione del secondo appuntamento all'interno delle iniziative dedicate alla IV edizione del Festival Europeo della via Francigena (coordinate dalle Rete delle Associazioni di Promozione sociale del Municipio XIV con il patrocinio della stessa circoscrizione). L'Associazione rivolge poi un accorato appello al Presidente del Municipio XIV Valerio Barletta e all'Assessore locale alla Cultura Marco della Porta "invitandoli ad adoperarsi con forza e urgenza perché, attraverso un appropriato utilizzo delle opportunità offerte da questo decreto legge, si attui una concreta svolta nella gestione e manutenzione dei beni archeologici e culturali insistenti sul Municipio XIV".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento