Martedì, 19 Ottobre 2021
Ottavia Primavalle / Via di Selva Candida

Selva Candida, rifiuti gettati dove capita: "Servono telecamere per stanare gli incivili"

La proposta del Comitato di quartiere, che torna alla carica dopo la denuncia sulle condizioni di via Nosate. Altre strade nel degrado: “Sembra che molte persone preferiscano vivere in un ambiente sporco”

A Selva Candida, a quanto pare, i rifiuti vengono abbandonati dove capita. Il Comitato di quartiere, come testimoniato da RomaToday, la scorsa settimana ha segnalato il degrado riscontrato in via Nosate. Situazioni simili, a onor del vero, sono state ravvisate dal Cdq pure in via Calliano, via Calò, via Givoletto, via Grezzago. Parallelamente, alcuni cittadini si sono lamentati delle condizioni di via della Riserva Grande e via Lezzeno. Così, Luigi Cattivelli - presidente del Comitato - ha lanciato una proposta all’Amministrazione di Monte Mario: l’installazione delle telecamere “per la sicurezza ma soprattutto la salute dei residenti”.

“Situazione grave e perdurante”

Cattivelli, nel suo ragionamento, non ha usato mezzi termini: “La grave e perdurante situazione costringe a domandarsi sul perché di questo malcostume. Sembra che molte persone preferiscano vivere in un ambiente sporco”. Il presidente del Comitato Selva Candida, non contento, ha collezionato un book fotografico della sporcizia da far rabbrividire. Inoltre, ha scritto sia al presidente del Municipio XIV, Alfredo Campagna che al responsabile Ama di zona.

I punti sotto la lente di ingrandimento

Come detto, sono diversi i punti finiti sotto la lente di ingrandimento: “Nell’area del parcheggio di via Carmine Calò – ha raccontato Cattivelli – c’è un accumulo di rifiuti più molti altri distribuiti in un raggio di dieci, quindici metri. Si tratta di rifiuti di ogni genere e il tanfo di fermentazione testimonia da quanto tempo siano stati abbandonati. L’area di via Givoletto (sacchetti dell’immondizia adagiati accanto la campana del vetro) si commenta da sola”. E poi via Calliano, dove in prossimità dell’incrocio con via Cremolino l’abbandono della monnezza è un’usanza che, a detta di Luigi Cattivelli, andrebbe avanti da anni. Addirittura da quasi due mesi sosterebbero sul posto delle sterpaglie “che attirano ulteriori rifiuti”.

Il degrado in via Nosate

Il Comitato Selva Candida, oltre a richiedere maggiori controlli da parte della polizia locale, è tornato a evidenziare con forza le cattive abitudini di chi non ha rispetto per l’ambiente e per gli altri. Un intervento, peraltro, che ha fatto seguito a quello della scorsa settimana, quando sotto la lente di ingrandimento finì via Nosate, bersagliata in più punti da immondizia e inerti. Un biglietto da visita da dimenticare, che ha spinto Cattivelli a esprimere un commento per nulla lusinghiero: “Gli sporcaccioni non vanno in ferie”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selva Candida, rifiuti gettati dove capita: "Servono telecamere per stanare gli incivili"

RomaToday è in caricamento