Mercoledì, 22 Settembre 2021
Ottavia Ottavia / Via Tarsia

Ottavia, la proposta per il parco di via Tarsia: “Abbattere la recinzione”

L'idea è dell'associazione culturale Lucchina e Ottavia

L'ingresso del parco di via Tarsia

Un incontro che servirà per fare il punto, sul solco tracciato già a luglio e che punta alla riqualificazione del parco di via Tarsia. L’area, come già scritto da questo portale, verrà messa a lucido grazie alla donazione di un privato. In estate ci fu un primo appuntamento dove vennero raccolte le esigenze dei cittadini. Un nuovo tavolo, se così possiamo dire, sarà allestito a stretto giro, come confermato da Valeria Pulieri, assessora all’Ambiente. Ma le idee in campo non mancano. Come quella dell’associazione culturale Lucchina e Ottavia: "Abbattere la recinzione e la siepe lato strada e il cancello"

Parco di via Tarsia: uno spazio accessibile a tutti

In tal modo, per l'associazione, aumenterà la fruibilità del parco e la possibilità "di farne uno spazio sempre aperto, interamente visibile, accessibile e ben illuminato la sera”. Successivamente, gli sforzi dovranno concentrarsi “su un efficace e condiviso progetto di arredo, finanziato dal donatore privato individuato dal Comune e attraverso un successivo progetto di attività socio-culturali permanenti inserito e finanziato nel Piano Sociale di Zona, co-partecipato con scuole, Municipio, associazioni”. Tutto questo rendere il parco vivo e tutelato “non da muri e lucchetti, ma dalla riappropriazione stessa e fruizione piena socio culturale e ricreativa da parte dei cittadini. In più confidiamo in un controllo maggiore da parte delle forze dell'ordine ”

parco via tarsia-2

La riqualificazione delle aree verdi

Uno degli obiettivi dell’Amministrazione a Cinque Stelle di Monte Mario, come ripetuto più volte da Valeria Pulieri, è la riqualificazione delle aree verdi e degli spazi pubblici. Tra queste c’è il parco di via Tarsia, che attende una ristrutturazione. Per favorire ciò, ecco quindi l'input dell’associazione culturale Lucchina e Ottavia, che mira a un ritorno alle origini, “quando c'era soltanto una piccola elegante staccionata di legno” e non l’attuale recinzione coperta dalla vegetazione. La speranza, ovviamente, è che il risultato ufficiale venga rispettato da tutti. Infatti le nuove panchine non hanno fatto in tempo ad arrivare che una è stata immediatamente vandalizzata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottavia, la proposta per il parco di via Tarsia: “Abbattere la recinzione”

RomaToday è in caricamento