MonteMarioToday

Ottavia batte i denti, case del Comune senza termosifoni da un mese: 50 famiglie al gelo

Al freddo le palazzine di via Silvio Antoniano, 66. Gli inquilini: "Nessuno ci ascolta o viene a riparare guasto, abbiamo freddo". Partito l'esposto ai carabinieri

i residenti di via Silvio Antoniano

Non solo Torre Maura e Casal Bruciato senza termosifoni, al gelo anche le case del Comune in zona Ottavia. E con le temperature in picchiata il Natale in quello spicchio di periferia del Municipio XIV si prospetta "di ghiaccio". 

Ottavia, case del Comune al gelo

Siamo in via Silvio Antoniano e, "dal 15 novembre", cioè da quando le caldaie avrebbero duvuto iniziare a pompare calore negli appartamenti, le palazzine del civico 66 sono al freddo. A battere i denti oltre 50 famiglie. 

Inutili le segnalazioni. "Siamo al freddo da un mese ma nessuno ci ascolta. Abbiamo chiamato Comune, Municipio, uffici vari e anche lo 060606. Nessuno ci dà retta anzi - racconta Giorgio, uno degli inquilini - ci sentiamo anche rispondere male. Stiamo battendo i denti". 

Case del Comune senza termosifoni a Ottavia

Al gelo anziani, bambini, disabili e nuclei familiari fragili. "Nessuno ci dà risposte. Non sappiamo se sia un problema di caldaie, di bruciatori rotti o di pezzi che mancano: l'unica cosa certa e che nelle nosre case si congela e che - prosegue Giorgio - non ci sono i soldi per fare la manutenzione". 

Chi ha potuto si è munito di stufe e scaldini. Ma a Ottavia le famiglie nelle case del Comune sono al freddo. 

Case popolari al freddo: esposto sulle palazzine di Ottavia

Così dopo segnalazioni e solleciti per un intervento di riparazione dalle stanze del Municipio XIV è partito un esposto ai carabinieri: a firmalrlo Julian Colabello, consigliere del Pd e presidente della Commissione Trasparenza. 

"L'esposto si è reso necessario dopo ben tre note urgentissime inviate per primi alla sindaca e al presidente di Municipio, Alfredo Campagna, a cui non hanno mai ritenuto, al pari del Dipartimento Simu, di dover dare risposta nè tantomeno intervenire nonostante questo scandalo vada avanti da oltre un mese. Nell'esposto - ha aggiunto il dem - ho chiesto di indagare se vi siano violazioni dei doveri di ufficio e di intervento nell'estremo e disperato tentativo di scuotere un'amministrazione ormai inerme. Non è accettabile - ha scritto Colabello - che questi cittadini passino al freddo il Natale e per quanto mi riguarda userò ogni mezzo legale per cercare di evitarlo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

Torna su
RomaToday è in caricamento