menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza casa e auto-recupero urbano: "Diritto all'abitare, niente speculazioni"

A Torresina un'intera giornata di mobilitazione tra incontri, dibattiti e momenti sociali. La battaglia di Unione Inquilini, Assemblea Romana Sfratti Zero e Comitato Abitare la Città

"Se lo abbandoni, il bastardo sei tu". Niente mezzi termini per il volantino a promozione dell'iniziativa organizzata dall'Unione Inquilini, l'Assemblea Romana Sfratti Zero e il Comitato Abitare la Città (di recente costituzione), che si è svolta sabato scorso a Torresina. Un'intera giornata di mobilitazione sul tema dell'auto-recupero urbano del patrimonio pubblico abbandonato che tra incontri, attività e dibattiti si è svolta nei pressi dell'ex Convento del quartiere, oggi edificio in disuso.

"Una mobilitazione simbolica sotto uno dei tantissimi palazzi vuoti e abbandonati che potrebbero invece essere “auto recuperati” dagli stessi inquilini, a costo zero per le casse dei comuni, fornendo così una valida e concreta alternativa abitativa alle famiglie in crisi - così Fabrizio Ragucci, promotore dell'iniziativa per l’Unione Inquilini - è vergognoso che di fronte allo “spettacolo” di un vasto patrimonio edilizio abbandonato che potrebbe essere facilmente riconvertito a uso utile e sociale (nonché delle migliaia di appartamenti nuovi che giacciono sfitti e abbandonati in tutta la città) ancora oggi si parli di nuove costruzioni e cioè di cementificazioni a vantaggio della speculazione. Si tratta di un film già visto e che speriamo di poterci onestamente evitare per il prossimo futuro".

Nelle stesse ore in cui per le vie del centro prendevano piede i disordini oggi già fatti di cronaca, quello stesso diritto alla casa è stato oggetto di confronto e dibattito anche nel quartiere del Municipio XIV, alla presenza tra gli altri anche di alcune rappresentanze politiche che assieme ai cittadini hanno affrontato i delicati temi delle politiche abitative e dell'emergenza casa. "L’intenzione è quella di mettere in piedi quel dialogo che finora è mancato con le Istituzioni, nella speranza che la legge sull’auto-recupero, già esistente e che in passato ha permesso di far rinascere strutture altrimenti destinate alla decadenza e all’abbandono, possa finalmente ricominciare ad essere applicata in tempi brevi”, spiega in una nota l'Unione Inquilini.

Sono intervenuti il Presidente del Municipio XIV Valerio Barletta, il capogruppo di SEL al Comune di Roma Gianluca Peciola, il responsabile romano dell'Unione Inquilini Fabrizio Ragucci e il Segretario Guido Lanciano, il Presidente del Comitato di Quartiere Torresina Antonio Picciau, la vicepresidente della Commissione Politiche Sociali Sonia Luche e il capogruppo Sel del Municipio XIV Fabrizio Modoni. "Valorizzare stabili pubblici abbandonati e in disuso per dare soluzioni all'emergenza abitativa sociale, con una convenzione tra amministrazioni e cooperative di cittadini. Come trasformare un progetto in realtà concreta, a Roma e nel XIV Municipio", la riflessione di quest'ultimo.

1558515_10154012657405716_4215000717451699645_n-2


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento