MonteMarioToday

"Donne, è arrivato lo stracciarolo": la protesta dei cittadini di Ottavia e Palmarola

Disturbo della quiete pubblica, inquinamento ambientale e rallentamento del traffico. Residenti esasperati: "Situazione degenerata, siamo loro ostaggi". Raccolta firme per ripristino legalità

Sette giorni la settimana, dalla mattina fino alle prime ore del pomeriggio. Orari continuati e giri prestabiliti. I residenti di Ottavia e Palmarola puntano il dito contro i così detti "stracciaroli", che a bordo dei loro furgoncini e armati del classico megafono sono ormai presenza fissa dei due quartieri. Intendiamoci, "ci sono sempre stati e non hanno quasi mai dato fastidio - ci spiega un residente - ma ora la cosa è degenerata, non si può più andare avanti così". Ad accendere le polemiche e l'esasperazione dei cittadini sarebbe infatti la continua insistenza con la quale queste vetture percorrono in lungo e in largo le strade dei quartieri, disturbando la quiete pubblica e rallentando la circolazione all'interno di una mobilità già sufficientemente congestionata.

"Sono 3 o 4 furgoncini che passano tutti i santi giorni, anche la domenica, a intervalli di 7-8 minuti. Una cosa continua ed esasperante" ci racconta un'altra testimonianza. "Non si può studiare, non si può lavorare, non ci si può riposare. E' un problema serio, noi cittadini siamo praticamente diventati loro ostaggi" il commento di un altro. Le denunce sono tante, così come in tanti sono i cittadini che in questa storia vorrebbero vederci chiaro anche sotto il profilo della legalità. "E' legale svolgere questa attività?". "Non dovrebbero almeno esserci orari stabiliti e un limite per il loro passaggio?". "Che vuol dire quindi, che ognuno può scendere in strada con lo stereo e un megafono e nessuno può dirgli nulla?" si chiedono i residenti che per avvalorare ancora di più la loro protesta hanno avviato anche una raccolta firme da girare poi direttamente al Presidente del Municipio XIV Valerio Barletta, al Comandante del Gruppo XIV Polizia Roma Capitale nonchè al Sindaco in persona Ignazio Marino.

E poi c'è il problema dell'inquinamento ambientale: "Raccolgono di tutto, ma principalmente ferro e metallo che probabilmente riusano. Ma tutte le altre cose? La nostra paura è che finisce tutto dietro la prima curva" incalzano i residenti che chiedono sostanzialmente un "ripristino della legalità" ma soprattutto delucidazioni a chi dovere "qualora vi fosse una nostra parziale o totale errata interpretazione del diritto, se l'attività costituisce o meno un illecito e le eventuali disposizioni di legge violate", come si legge tra le righe della loro lettera aperta.


 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento