MonteMarioToday

Ottavia, asilo nido di via Alfonso Gallo abbandonato ad erbacce e degrado

L'asilo nido di via Alfonso Gallo, a Ottavia, è stato chiuso per lavori di ristrutturazione il 31 luglio 2008. Da allora quella preziosa struttura è stata un cantiere senza nome e senza meta che ha visto movimenti di operai per un certo periodo di tempo senza che fosse indicata da qualche parte una data di fine lavori.

L'asilo nido di via Alfonso Gallo, a Ottavia, è stato chiuso per lavori di ristrutturazione il 31 luglio 2008. Da allora quella preziosa struttura è stata un cantiere senza nome e senza meta che ha visto movimenti di operai per un certo periodo di tempo senza che fosse indicata da qualche parte una data di fine lavori.

Da molti mesi la struttura sembra deserta e ormai abbandonata al degrado, con erbacce alte, con piena accessibilità a chiunque voglia introdursi e depredare. Ma non è finita qui. A 300 metri di distanza, in via Casal del Marmo 214, tra una scuola elementare e una scuola media, esiste un'altra struttura abbandonata da oltre 15 anni. Avrebbe dovuto diventare una scuola materna con sette sezioni ma nessun bambino ha mai potuto usufruirne perchè quella scuola non ha mai aperto i battenti. Si sono portati via persino i sanitari e, probabilmente, ne hanno solo beneficiato di notte gruppi di vandali per qualche sbornia o seduta satanica.

Due edifici pubblici di proprietà comunale, a poca distanza l'uno dall'altro, sottratti ai cittadini per la negligenza di amministratori incapaci. E' un esempio lampante che la cura dei beni comuni in alcune periferie di Roma è una parola vuota. Per questo grave misfatto andrebbero individuate le responsabilità personali e politiche e ci auguriamo che la Corte dei Conti, organo preposto alla tutela degli interessi erariali, possa presto aprire un'indagine sull'argomento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento