MonteMarioToday

Municipio XIV, stop al freddo negli asili: ecco il piano di razionalizzazione

Marigliano (M5S) prima firmataria della proposta di ordine del giorno: "L'accensione degli impianti nei plessi almeno 24 ore prima del cosiddetto suono della campanella. Questo avverrà subito dopo la pausa natalizia"

La consigliera Livia Marigliano

Razionalizzare le risorse. E non lasciare i bambini al freddo. Questi i principi da cui è nata la proposta di ordine del giorno, poi assunta dal minisindaco Alfredo Campagna, che è stata presentata nel corso dell’ultimo Consiglio e che riguardava il funzionamento degli impianti termici delle materne e dei Nidi. Prima firmataria del documento è stata Livia Marigliano (M5S) consigliera di maggioranza nel Municipio XIV e presidente della commissione Scuola.

“A novembre – ha ricordato Marigliano – ci furono diverse polemiche per il ritardo con cui vennero accesi i riscaldamenti. Bisogna premettere che il Comune, con un avviso del 18 ottobre, invitava i dirigenti responsabili degli asili nido, ma anche delle scuole di ogni ordine e grado, delle case di cura e degli uffici di polizia locale a richiedere, dove necessario, il prolungamento o la modifica dell’orario di accensione degli impianti termici, entro la data del 30 novembre, in vista della stagione invernale”. 

Eppure cosa è accaduto? “Beh, si sono concatenati due aspetti – ha continuato l’esponente pentastellata – ovvero l’arrivo improvviso del freddo e il fatto che in pochissimi avevano avanzato tale richiesta. La macchina amministrativa, tramite gli uffici, si è messa subito in moto ma ci sono voluti i classici tempi tecnici. E, purtroppo, non sono mancati i disagi per il ritardo delle operazioni”.

Così, per fronteggiare la problematica, è arrivata una possibile soluzione: “Il presidente Campagna e l’assessore competente si attiveranno presso i dirigenti scolastici per disporre l’accensione degli impianti nei plessi almeno 24 ore prima del cosiddetto suono della campanella. Questo avverrà subito dopo la pausa natalizia. Inoltre – ha evidenziato – è stata data la possibilità di accendere gli impianti nei nidi e nelle scuole dell’infanzia durante la pausa natalizia, tenendo presenti le esigenze indicate dai funzionari dei servizi educativi e scolastici. Infine – ha terminato – sarà possibile garantire l’accensione dei riscaldamenti laddove le Poses (Posizione organizzativa dei servizi educativi e scolastici) debbano recarsi al lavoro durante la chiusura delle strutture per le vacanze natalizie”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento