MonteMarioToday

Monte Mario, cartellina con atti sparisce dalla segreteria del Consiglio: "Andremo in procura"

Nel fascicolo, tra le altre cose, la richiesta di un'assemblea straordinaria a Monte Arsiccio. La denuncia dei consiglieri di minoranza Pirandola, Ferri e Oddo

La sede del Municipio XIV

“Roba da non credere”. Queste sono state le prime parole dette oggi, 30 marzo, nel silenzio generale. In pratica, dalla segreteria Consiglio è scomparsa nel nulla una cartellina con degli atti, tra i quali la richiesta di un’assemblea straordinaria a Monte Arsiccio.

 Paolo Morbioli, presidente dell’Aula del Municipio XIV, a RomaToday ha commentato: “La cartellina al momento non è ricomparsa e sto chiedendo di accertarsi se ci siano atti protocollati o meno. A quel punto, vedrò domani come muovermi”.  A denunciare l’episodio sono stati i consiglieri di minoranza Mauro Ferri (Fratelli d’Italia, che aveva presentato l'atto), Massimiliano Pirandola (Movimento nazionale per la Sovranità) e Stefano Oddo (Lista Marchini). 

“Stamani sono salito in stanza per firmare la richiesta di Consiglio straordinario – ha dichiarato Pirandola – l’atto ancora non era stato protocollato, perché servivano cinque firme e ne mancava una. Con grande sorpresa, la cartellina che si trovava in segreteria Consiglio non c’era. Chiederemo al direttore lumi sulla vicenda. Inoltre, auspichiamo che esca fuori in giornata, altrimenti ci troveremmo davanti a un atto grave, da denunciare alla procura. La richiesta è urgente perché c’è l’ipotesi, ancora da verificare, di un possibile arrivo di profughi all’interno della Casa Fratelli di San Gabriele tra Monte Arsiccio, Sant’Andrea e Ottavia”

Poi è stata la volta di Ferri:Strana coincidenzaÈ un fatto grave che sia sparita una cartellina con la richiesta di un Consiglio straordinario a Monte Arsiccio. E una cosa che fa pensare. Se non uscirà fuori, faremo i passi opportuni, come la denuncia in procura. I cittadini stanno chiedendo a gran voce un’assemblea pubblica. È vero, il presidente Campagna ha giurato che a Monte Arsiccio non ci sarà alcun Centro accoglienza. Ma ciò non toglie che potremmo parlare delle criticità che affliggono la zona. Il minisindaco, tra l’altro, ha dichiarato che nel caso di arrivo di rifugiati non farà mancare il suo sostegno. Beh, per i residenti italiani del Caat di via Cardinale Celso Costantini non ha espresso la stessa vicinanza”.

A chiudere, il pensiero di Oddo: “Sono pienamente d’accordo con quanto affermato dai miei colleghi. Non è mai accaduto nulla del genere. Al momento è fondamentale un Consiglio davanti ai cittadini, per parlare di una questione che, a quanto pare, potrebbe spostarsi di qualche metro rispetto a quanto era previsto su vicolo di Monte Arsiccio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento