MonteMario Torrevecchia / Via Mattia Battistini, 464

Bando centri sportivi, anche nel Municipio XIV l'incertezza regna sovrana

Associazioni in attesa della graduatoria

Situazione ancora ingarbugliata nel Municipio XIV per quanto concerne il bando sull’assegnazione dei centri sportivi. Nella settimana successiva a Ferragosto, il consigliere Alessio Cecera (Pd) aveva segnalato i ritardi della procedura conclusa il 30 maggio. Della faccenda se ne è poi occupato Julian Colabello, collega di partito e presidente della commissione Trasparenza di Monte Mario, il quale ha dichiarato: “La commissione che deve giudicare le oltre 40 domande pervenute dalle associazioni sportive non ha iniziato neppure a riunirsi perché i membri sono ancora in vacanza”. La stessa commissione giudicatrice, secondo quanto trapelato, avrebbe dovuto trovarsi il 4 settembre per stilare la graduatoria provvisoria. Ma di questo elenco, dalle parti di via Mattia Battistini, non ci sarebbe traccia. Nel frattempo, le (42) associazioni del territorio che hanno partecipato al bando restano in attesa. 

"Mai accaduta una cosa simile"

Maurizio Cianfano è responsabile dell’associazione Vis Aurelia Lambruschini. Si occupa di minibasket e basket, le fasce d’età dei corsi vanno dai 5 ai 12 anni. La situazione esistente, ovvero la mancanza di una graduatoria, sta creando problemi non da poco: “Da un lato c’è il ritardo nella sua stesura – ha raccontato – dall’altro, qualora venisse stilata entro settembre, c’è il rischio che non si riesca a svolgere l’attività perché non è escluso di trovare i lavori in corso all’interno dei plessi”. A regnare, pertanto, è l’incertezza. Che si riversa a pioggia sulla programmazione: “Al momento non siamo in grado di fornire risposte sicure agli utenti. Il che è un danno per noi. Facendo una stima su due piedi, già con un eventuale inizio dei corsi a ottobre, rischiamo di perdere il 40% degli utenti. Se poi i tempi si dovessero allungare, sarebbe la fine. Tutto ciò finirebbe per favorire strutture private a danno di un servizio in concessione, a prezzi calmierati, fiore all’occhiello della città. Sono vent’anni che sto nel settore – ha ricordato – è la prima volta che capita una cosa del genere. Che ne sappiamo? Poco e niente, sembra più un rimpallo di responsabilità”

Punto di riferimento alla Balduina

Un’altra testimonianza raccolta da Roma Today è quella di Isabella Corsini, dell’Asd Bitossi, realtà storica della Balduina che si occupa di pallavolo, minivolley e corsi di ginnastica. Dal 1984 è un punto di riferimento per i ragazzi e per gli adulti del quartiere: “Noi ci occupiamo anche del settore agonistico – ha spiegato Corsini – e questa situazione non aiuta. Purtroppo con il bando ci sono stati dei ritardi che potrebbero portare dei rischi. La chiusura della gara per l’assegnazione degli impianti c’è stata il 30 maggio. Secondo le informazioni che ho appreso, gli esaminatori si sarebbero riuniti due volte, a metà luglio, per aprire le buste. A oggi nessuno mi ha parlato di una graduatoria e, a quanto pare, siamo in una fase di esame delle proposte. Una situazione per nulla semplice, che poteva essere evitata con una proroga”.

Chiesto il calendario delle riunioni

Intanto, la commissione Trasparenza del Quattordicesimo sta cercando di capire meglio quale sia la situazione attuale. Così ha chiesto  il calendario preciso delle riunioni della commissione giudicatrice. L’obiettivo è riuscire ad accelerare i tempi, per consentire di avere una graduatoria finale e di garantire le attività sportive. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando centri sportivi, anche nel Municipio XIV l'incertezza regna sovrana

RomaToday è in caricamento