Giovedì, 28 Ottobre 2021
MonteMario

Elezioni Municipio XIV, Naso: “Con me vince il buonsenso, mio sarà municipio amico”

Parla il candidato presidente del centrodestra arrivato al ballottaggio: “Viabilità e cura del territorio, priorità condivisibili anche da Calenda e M5s”

In Municipio XIV è ballottaggio tra Domenico Naso, candidato del centrodestra, e Marco Della Porta, del centrosinistra. Domenica 17 e lunedì 18 ottobre i due sfidanti partiranno dal testa a testa del primo turno: 35,69% dei voti per Naso, 33,3% per Della Porta. Per puntare alla vittoria da convincere gli elettori che al primo turno hanno votato diversamente e coloro che non si sono proprio recati alle urne: si perchè in Municipio XIV più di un elettore su due non è andato a votare, astensione al 53%. RomaToday, a poche ore dal ballottaggio, ha incontrato Domenico Naso per parlare con lui di previsioni, tematiche e priorità per il territorio. 

Pochi giorni e anche il Municipio XIV andrà al ballottaggio. Parte con un vantaggio di circa tre punti sul suo sfidante, Marco Della Porta. Un vantaggio che conta o pensa che domenica e lunedì ripartirete entrambi da zero?

Ogni elezione è una nuova partita, quindi oggi siamo sul risultato di parità. Credo che al primo turno la mia sia stata un’ottima affermazione: il mio vantaggio sul centrosinistra costituisce un buon viatico per farmi affrontare con maggior sicurezza il ballottaggio. 

Su quali argomentazioni sta spingendo in vista del ballottaggio? E quali sono gli elettori da convincere al secondo turno?

Sono evidenti a tutti le criticità che permangono sul nostro territorio: questo vuol dire che le precedenti amministrazioni non hanno risposto in modo esauriente alle esigenze degli abitanti del municipio. Tali inadempienze sono la base delle argomentazioni che porto avanti come candidato presidente del centrodestra, spiegando agli elettori che con noi cambierà l’attenzione nei loro confronti e, di conseguenza, ci proponiamo di affrontare e di risolvere, con serietà e impegno, i problemi che affliggono il nostro municipio. Il nostro impegno verrà recepito dagli elettori e spero di riuscire a raccogliere la loro fiducia. Mi rivolgo a tutti gli elettori, ma soprattutto a quelli sfiduciati che pensano che il loro voto non sia determinante per il cambiamento che questo municipio attende ormai da troppo tempo. 

Pensa che negli elettori della lista Calenda ci siano voti per il centrodestra e quindi per lei? Chiederà o ha chiesto loro apertamente un sostegno? Quale dialogo con il M5s?

I temi da me posti come prioritari in campagna elettorale riguardano tutti gli abitanti del municipio a prescindere dalla loro appartenenza e simpatia politica. Gli elettori di Calenda o del M5s non possono che concordare sulle priorità individuate con i tanti amici della mia coalizione quali: la viabilità sul quadrante Torrevecchia, Trionfale, San Filippo Neri, Casal del Marmo; il decoro, l’agibilità dei plessi scolastici, la riqualificazione dei toponimi e la riorganizzazione amministrativa. Gli elettori non devono dimenticare le tante promesse della sinistra puntualmente disattese su questo municipio e quello che le precedenti amministrazioni del centro destra hanno già realizzato per il nostro territorio. Per cui credo che chi ha votato Calenda e M5s al primo turno possa trovare nel mio ruolo di presidente il riferimento concreto per affrontare e risolvere organicamente le problematiche che mortificano il municipio XIV. 

Quali sono i primi tre provvedimenti o le prime tre tematiche/questioni che affronterà qualora fosse eletto presidente del Municipio XIV?

Fondamentale sarà la riorganizzazione dell’amministrazione municipale in modo che possa essere  sempre più vicina al cittadino ed efficiente nell’affrontare e rispondere alle varie esigenze del  territorio. Sarà un “Municipio amico” al servizio del cittadino e non più una struttura amministrativa impermeabile ai bisogni ed alle esigenze dei cittadini. Altrettanto prioritario è il tema del decoro urbano: concerterò con l’AMA una pulizia straordinaria del municipio e con il servizio giardini mi interfaccerò per la manutenzione delle alberature e la riqualificazione degli spazi verdi. Al contempo verificherò i fondi presenti in bilancio per la manutenzione delle strade e dei marciapiedi in modo da poter appaltare nel più breve tempo possibile un primo stralcio di lavori riguardante la viabilità più disastrata del nostro municipio. 

Manca davvero poco, si sarà fatto un’idea della squadra che eventualmente l’accompagnerà nell’esperienza di governo del territorio. Può darci qualche nome in anteprima?

Ho la fortuna di guidare una coalizione in cui sono presenti persone competenti ed esperte nell’azione amministrativa. Potrò quindi costituire una squadra di governo che sia all’altezza del nobile compito che ci verrà affidato dai cittadini. Mi riservo di delineare la squadra immediatamente dopo il risultato elettorale, insieme ai partiti dello schieramento che mi onoro di guidare. 

Perchè gli elettori del Municipio XIV al ballottaggio dovrebbero votare Domenico Naso presidente?

Il mio motto è “questa volta vince il buonsenso”. Si deve creare una discontinuità con le amministrazioni precedenti che hanno deluso le aspettative dei cittadini con false promesse e con scelte lontane da quelle che sono le loro reali primarie esigenze. La mia sarà una amministrazione al fianco del cittadino che lo vedrà al centro di tutte le mie scelte. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Municipio XIV, Naso: “Con me vince il buonsenso, mio sarà municipio amico”

RomaToday è in caricamento