Monte Mario Ottavia / Viale Indro Montanelli

Torresina, arriva il sistema di irrigazione basato sulla rugiada

L'esperimento al parco di via Indro Montanelli, dall'esperienza dell'azienda israeliana Tal-Ya Water Technologies, per una iniziativa a sostegno dell'ambiente e anche delle casse pubbliche

foto Tal-Ya

Questa estate il volontari del comitato di quartiere Torresina hanno deciso di sperimentare un nuovo e originale sistema di irrigazione nel parco di viale Indro Montanelli. Con l'aiuto e l'ispirazione della azienda israeliana Tal-Ya Water Technologies, quello che si vuole provare a portare a regime è un vero e proprio sistema di irrigazione basato sulla raccolta della rugiada.

DI COSA SI TRATTA - Non a caso in ebraico la parola "Tal-Ya" significa proprio "rugiada divina": nel terreno viene posizionato un vassoio seghettato in corrispondenza dell'arbusto, con tanto di foro centrale così da permettere alla pianta di crescere e svilupparsi naturalmente.
 
COME FUNZIONA - Queste lastre speciali raccolgono tutta la rugiada e la condensazione che si vengono a formare riversando il tutto con un imbuto direttamente alla pianta e alle sue radici. Nello specifico, la rugiada comincia ad accumularsi durante la notte e quando arriva a massa critica scende lungo i bordi seghettati dei vassoio, scivolando così alla base dell'arbusto. Per avere una idea di quanta acqua si può ricavare con questo sistema, bisogna comunque tenere conto di una serie di fattori come ad esempio, primo fra tutti, il livello di umidità presente nell'aria. Se piove, ad esemio, grazie a questo tipo di raccoglitori 1 millimetro di pioggia può uguagliarne praticamente 27.

MATERIALE SPECIALE - I vassoi sono tutt'altro che usa e getta, anzi riutilizzabili e costruiti in modo tale da resistere al caldo, il tempo o le intemperie. Sono infatti realizzati con un tipo di plastica speciale, non-PET riciclata e riciclabile con filtri UV addizionati con calcare. Questo gli impedisce così di degradarsi al sole o dopo l’applicazione dei vari fertilizzanti o antiparassitari. Inoltre, un apposito sostegno di alluminio aiuta queste lastre ad adattarsi a possibili escursioni termiche fra la notte ed il giorno. 

I VANTAGGI - Tanti i benefici che si possono ottenere da un sistema di irrigazione di questo tipo, a cominciare dagli aspetti economici e ambientali. Spendendo infatti pochi euro a pianta, è possibile ottenere un risparmio di acqua pari al 50% come confermato dai dati verificati direttamente attraverso dei test sul campo, realizzati in Israele per conto del Ministero dell’Agricoltura.

SPERIMENTAZIONE A TORRESINA - Nei prossimi giorni saranno posizionati altri raccoglitori all’interno del Parco di via Indro Montanelli, con la speranza che la prova avrà successo. L’iniziativa ha beneficiato del contributo della Banca di Credito Cooperativo di Roma (agenzia di Torresina) che fu partner anche della festa dell’albero svoltasi lo scorso novembre.

TalYa_Torresina4-660x330-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torresina, arriva il sistema di irrigazione basato sulla rugiada

RomaToday è in caricamento