menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Selva Candida, a via Nosate "sarà luce entro l'estate"

L'illuminazione pubblica tornerà finalmente nella strada, al buio da mesi. Si chiude (?) con successo la lunga battaglia dei cittadini. CdQ: "Grazie al senso di responsabilità di tutte le parti"

I residenti di via Nosate passeranno un'estate calda ma soprattutto alla luce. Dopo una lunga battaglia che ha coinvolto per mesi cittadini, realtà locali, organi amministrativi municipali e capitolini, la questione dell'illuminazione pubblica nella via del quartiere di Selva Candida sembra ormai giunta a una positiva conclusione: entro l'estate tornerà finalmente la luce. Tutto è cominciato con il fallimento della società costruttrice ivi operante che aveva commissionato ad Acea la realizzazione dell'impianto di illuminazione in qualità dunque di soggetto privato. Una volta interrotti i lavori proprio a seguito di tale fallimento, la strada è rimasta letteralmente al buio e per quanto a lungo si è provato a sfruttare un contatore provvisorio (usato dalla stessa società fin dall'apertura del cantiere) da azionare manualmente, successivamente anche questa soluzione (molto probabilmente per comprensive ragioni di sicurezza) è stata così archiviata, senza però di fatto risolvere a monte il problema.

A lungo i cittadini hanno esposto e manifestato le varie criticità legate a questo disservizio, una situazione per molti e per troppo tempo davvero insostenibile. Adesso, stando a quanto stabilito dopo l'incontro tra Acea e gli organi amministrativi, la società inizierà presto i lavori affinchè entro la calda stagione l'illuminazione pubblica lungo la via sia totalmente ripristinata. "Nelle ultime settimane vi è stato un lavoro frenetico da parte delle Autorità del Municipio XIV, di Roma Capitale, di ACEA dove spesso il confronto tra noi e' stato anche "democraticamente duro" ma la sensibilità al problema di Via Nosate ha accompagnato le decisioni al fine di velocizzarle, contribuendo in 5 mesi ad arrivare alla definitiva soluzione. Certo in alcuni momenti i media, che ringrazio infinitamente, hanno dato voce ai residenti e a noi del Comitato Selva Candida, ma il senso di responsabilità di tutte le parti ha reso possibile di "rivedere presto la luce", il commento soddisfatto del Presidente del Comitato Selva Candida Ludovico Baccelloni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento