menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Colabello

Foto Colabello

Nuova pista ciclabile: la prima buca già la sera dell'inaugurazione

Una manovra del camion del service fa cedere una lastra del pavimento della fontana. Autorità competenti già a lavoro per il ripristino. "Per il futuro, da capire bene norme di utilizzo, manutenzione e messa in sicurezza del parco"

Non si erano ancora conclusi i festeggiamenti per l'inaugurazione della nuova pista ciclabile di Roma, il Parco Lineare di Monte Mario pronto a rivoluzionare l'intera mobilità del territorio, che già si sono dovuti "raccogliere i cocci" e segnalare un primo danno. A rompersi, una lastra di travertino componente la fontana situata all'altezza della stazione di Monte Ciocci, un incidente causato dalla sbadata manovra di uno dei mezzi del service che vi è praticamente finito sopra. Una parte del pavimento, non carrabile e sopraelevato (per far scorrere così al di sotto gli impianti della fontana) non ha retto il sovraccarico ed è quindi imploso in una buca.

Le segnalazioni dei cittadini hanno subito raggiunto le autorità competenti, anzi il primo a documentare il danno e avvisare "i colleghi" è stato proprio il capogruppo PD Julian Colabello. L'Assessore ai Lavori Pubblici Alessio Cecera ha cominciato ad attivarsi per risolvere la questione mentre sul posto è intervenuto anche il Presidente Valerio Barletta per fare un sopralluogo. "Abbiamo già richiesto alla società responsabile di riparare il danno. Per il futuro tutti si dovranno attenere alle norme minime di utilizzo del parco", ha spiegato proprio Cecera. Dopo il sopralluogo di questa mattina, si stima la realizzazione dell'intervento entro due o tre giorni compresa la verifica generale dell'impiantistica. Il materiale sostitutivo della lastra che è stata lesionata sarà reperibile direttamente presso la ditta che ha realizzato i lavori all'interno del parco, mentre nel frattempo si provvede alla messa in sicurezza della buca.

L'episodio apre poi la strada al complesso tema della manutenzione del parco, la sua chiusura notturna e le regole per una sua corretta fruizione. "Va tutto organizzato meglio e con un piano generale che integri Monte Ciocci con il Parco Lineare da discutere insieme a tutti i cittadini che in questi mesi sono stati così preziosi per far crescere il parco", scrive in rete Colabello. "Bisogna fare un incontro a sfondo tecnico ma con atteggiamento comunicativo in cui si illustra "come funziona" il parco per evitare queste e altre  cose su manufatti e impianti" spiega invece l'Architetto Simone Ferretti che ben conosce il progetto, soprattutto nelle sue componenti più tecniche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento