rotate-mobile
Monte Mario Valle Aurelia / Via Anastasio II

Monte Ciocci, che fine farà l'area di fronte gli orti urbani?

La rimozione dell'antenna e l'abbattimento di un manufatto ha mosso il Comitato Monte Ciocci che preme sull'amministrazione affinché il quadrante venga acquisito dal comune. La risposta del Campidoglio

Una mobilitazione che nasce dalla rimozione, prossima, dell'antenna Rai Way lì presente e l'abbattimento di un manufatto, una struttura situata in quel quadrante, proprio di fronte gli orti. È quella che ha visto protagonista il Comitato Monte Ciocci, uno degli attori principali nell'assegnazione, dieci anni fa, dei primi orti urbani. La superficie interessata è un'area demaniale che gli ortisti chiedono venga acquisita dal comune affinché venga utilizzata per creare nuovi orti, visto il notevole successo della precedente assegnazione. 

"Il nostro timore - spiega Orchidea De Santis fondatrice e portavoce del Comitato - è che diventi oggetto di speculazione in seguito a questi cambiamenti. Anche se non abbiamo sospetti ci mobilitiamo affinché, essendo in una posizione strategica, non venga adocchiata per altri scopi. Sarebbe congeniale che l'acquisisca il comune e, anziché abbattere, la riservi a nuove coltivazioni" conclude. 

Il motto della protesta è proprio "Non demolire ma utilizzare per coltivare". 

Secondo quanto si apprende da fonti qualificate l'area da un punto di vista catastale risulta di proprietà dello Stato. Fonti dell'assessorato all'ambiente capitolino fanno sapere che l'orientamento sarà quello di richiedere un passaggio dell'area nel patrimonio comunale per poi procedere con una progettazione partecipata con cittadini, comitati, associazioni, studiandone la destinazione più opportuna. Tra il dire e il fare però c'è la burocrazia. L'iter amministrativo che seguirà alla rimozione dell'antenna si annuncia particolarmente lungo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte Ciocci, che fine farà l'area di fronte gli orti urbani?

RomaToday è in caricamento