menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donne e depressione: i campanelli d'allarme e prevenzione

"Su e giù l'umore delle donne: come stare in equilibrio". Il convegno organizzato da Atena Donna la scorsa settimana alla Biblioteca Casa del Parco, con la Commissione delle Elette di Roma Capitale e il patrocinio dei Municipi XIV e XIII

Tristezza, gioia e depressione: le donne a lezione per imparare a conoscersi e proteggersi, in perfetto equilibrio psicofisico. A volte i luoghi comuni sono spietati e troppo spesso le donne diventano vittime di se stesse, se non sono in grado di recepire i segnali del proprio corpo e interpretarli nel modo giusto. Si è svolto la scorsa settimana alla Biblioteca Casa del Parco il convegno "Su e giù l'umore delle donne. Come stare in equilibrio", il terzo incontro organizzato dall'Associazione Atena Donna per informare le donne sui rischi e sulla possibilità di fare prevenzione.

L'incontro, all'interno di un più ampio ciclo di appuntamenti incentrati proprio sul tema della salute femminile, è stato organizzato in collaborazione con la Commissione delle Elette del Comune di Roma e patrocinato dai Municipi XIV e XIII. La giornalista M. Emilia Bonaccorso ha moderato il dibattito e intervistato la Dott.ssa Claudia Spadazzi per capire quando dietro la tristezza e umori negativi si nascondono in realtà i campanelli di allarme di disagi ben più gravi e quindi, come tali, da non sottovalutare.

Molti i fattori che, seppure indirettamente, possono contribuire ad "appesantire" l'universo femminile, a cominciare dallo stress e i ritmi frenetici di una città metropolitana. A differenza dei piccoli centri urbani, ad esempio, nelle grandi città si è maggiormente portati ad allentare le proprie relazioni sociali e familiari sviluppando così un senso di solitudine che in alcuni casi può essere percepito come un grave disagio. C'è poi il così detto "helplessness" ossia quella sensazione di disperazione, impotenza e sfiducia capace di compromettere seriamente l'equilibrio psicofisico della donna.

Allo stesso modo, un eccesso sia in un senso che un altro non è comunque sintomo di benessere: spiegano gli esperti quanto sia normale, infatti, provare emozioni diverse così come ci si rispecchia in modo differente a seconda dei vari contesti. Un dialogo aperto con medici ed esperti, coscienza di sè e una particolare attenzione ad ascoltare e percepire con obiettiva lucidità i propri stati d'animo sono solo alcuni dei preziosi strumenti per non cadere nella trappola di un labirinto fatto di ansie, paure e insicurezze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento