rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Monte Mario / Primavalle / Via Mattia Battistini

Modifica promessa e dimenticata: la ciclabile davanti all’ospedale continua a bloccare il traffico

I cittadini pronti a protestare, ancora una volta, contro il tracciato voluto dal M5S: "Stufi di questo disastro"

Il municipio spinge da sempre con l’asse centrosinistra-centrodestra per una modifica che possa dare respiro alla viabilità, il Comune oggi guidato da Roberto Gualtieri l’aveva inserita tra i tracciati da rivedere: eppure ad un anno dal cambio di amministrazione la ciclabile di via Mattia Battistini è ancora li. Proprio come l’ha realizzata il M5S. 

La storia della ciclabile di via Mattia Battistini

Una pista dedicata alle due ruote che sin dalla posa della prima pietra ha fatto discutere. Aperta sul finire del 2021 la ciclabile nel cuore di Monte Mario passa lungo via della Pineta Sacchetti, via San Cleto Papa e via Mattia Battistini con corsie monodirezionali riservate e, solo sul tratto di via della Pineta Sacchetti tra via Francesco Marconi e via San Cleto Papa, con una ciclabile bidirezionale. Sulla stessa via della Pineta Sacchetti, durante i lavori, visti gli elevati volumi di traffico della zona e le numerose critiche da parte dei residenti per l'intralcio dell'infrastruttura alla viabilità proprio davanti al Policlinico Gemelli e Università Cattolica del Sacro Cuore, il Comune decise di diminuire la larghezza della pista portandola da 1,5 a un metro per non ridurre in modo eccessivo lo spazio di carreggiata destinato al flusso veicolare.

I residenti protestano contro la ciclabile "deserta e funesta"

Ma dopo un anno di convivenza con la ciclabile che alcuni definiscono “deserta e funesta” per i residenti e per chi percorre quel tratto di strada tutti i giorni quell’intervento non è sufficiente. Bisogna fare di più. “Ora basta, siamo stufi del disastro provocato dalla ciclabile del tratto Gemelli-Battistini” - scrivono i cittadini che da tempo si battono contro la pista di Monte Mario. 

Le promesse del Campidoglio vane: cittadini pronti a manifestare

“L'assessore Eugenio Patané da oltre 10 mesi sorvola sulle richieste di intervento in merito. Se vogliamo risolvere è ora di fare rumore e organizzarci unitariamente. Il sindaco Roberto Gualtieri durante la campagna elettorale si era impegnato nel trovare una soluzione che non arriva. I residenti sono disperati, i malati continuano a rimanere bloccati in ambulanza, l'ospedale più grande di Roma che riceve pazienti da tutta Italia è sempre più in sofferenza, anche per il personale medico e non che deve prendere servizio. Il tutto per una ciclabile deserta, dove anche la Polizia Locale nel 2019 segnalava criticità nella realizzazione in quel tratto, completamente ignorata. Questo schifo deve terminare”. Un appello sposato anche dal Comitato di Quartiere Torrevecchia. L’idea è quella di tornare a manifestare per chiedere, ancora una volta, lo smantellamento della ciclabile. noi non possiamo più aspettare una soluzione civile e soprattutto logica. Ci organizzeremo per fare tanto, tanto rumore, più delle ambulanze. Del danno erariale in caso di rimozione che lo paghi chi è stato così superficiale, il danno che i cittadini subiscono è ben più grave”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modifica promessa e dimenticata: la ciclabile davanti all’ospedale continua a bloccare il traffico

RomaToday è in caricamento