MonteMarioToday

Casalotti e Tragliatella, i centri di accoglienza? "Pericolo, degrado e rischio epidemie"

La denuncia del Movimento Libera Energia per Roma: "Cittadini preoccupati e rassegnati". "Periferia dimenticata, è così che usano i nostri soldi?". A breve raccolta firme "per i veri problemi del territorio"

Torna a far discutere l'adesione di Roma Capitale al programma lanciato dal Ministero degli Interni circa l'accoglienza di 2.680 migranti nel triennio 2014-2016 attraverso i 48 centri per rifugiati e richiedenti asilo sparsi a livello nazionale. A interessare nello specifico i cittadini del quadrante nord-ovest della città, i due centri identificati nelle zone di Casalotti (Municipio XIII) e Tragliatella (Municipio XIV). Dopo la mozione presentata dal capogruppo FDI Fulvio Accorinti in relazione al ritiro dell'adesione a tale programma e con particolare riferimento proprio al sito di Tragliatella, a riaccendere i riflettori sulla questione sono tornati anche i promotori del nuovo movimento politico "Libera Energia per Roma" che denunciano lo stato di "preoccupazione e rassegnazione tra i cittadini dei territori interessati".

"Sicurezza, degrado e rischio epidemie". Di questo parlano Massimiliano Pirandola, Paolo Pascariello e Daniele Gattanella "in queste zone di periferia troppo spesso dimenticate dalle istituzioni, dove l’ordinaria amministrazione non sempre viene garantita". E tra le pagine del sito del Movimento hanno raccolto proprio le opinioni e gli sfoghi di alcuni residenti. "Le nostre strade sono invase da immondizia e piene di voragini, ci lamentiamo ma rispondono che non hanno fondi” si legge in un commento. "Paghiamo delle tasse altissime per servizi a dir poco scandenti ed usano così i nostri soldi?”, aggiunge un altro cittadino.

Ma non è solo una questione economica. "A intimorire i residenti è anche il rischio concreto di epidemie, non è un mistero infatti che molti migranti siano portatori di malattie a noi sconosciute" continuano senza girarci intorno i tre militanti, che riportano a loro volta altre testimonianze a riguardo. E mentre l'opinione pubblica continua a dividersi su questo delicato tema, il Movimento Libera Energia annuncia che avvierà una raccolta firme nelle zone interessate "con l'obiettivo di stimolare e focalizzare l’attenzione delle istituzioni sui reali problemi del territorio e sull’inopportunità e l’immoralità delle decisioni con le quali le istituzioni intendono mettere a rischio la sicurezza e la salute dei cittadini".

Nel frattempo il consigliere municipale Stefano Ceccotti (PD) tiene a sottolineare che "la struttura individuata per accogliere i rifugiati politici (non semplicemente migranti), su via di Tragliatella si trova nel comune di Anguillara Sabazia pertanto il Municipio 14 non ha nessuna competenza in merito".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento