menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monte Mario, i cinghiali arrivano sotto casa: invasione a piazza Guadalupe

Il branco davanti all'ex chiosco bar nel centro del quartiere che sorge sulla Trionfale: in città flop delle strategie di contenimento

A Monte Mario è ancora invasione di cinghiali e non solo nei pressi della Riserva dell’Insugherata. Sulla via Trionfale gli ungulati sono arrivati nel bel mezzo del quartiere: davanti ai cancelli dei palazzi e le serrande dei negozi. 

Monte Mario: cinghiali a spasso a piazza Guadalupe

Tre gli esemplari che la scorsa sera hanno fatto la propria comparsa in piazza Guadalupe, punto di ritrovo della zona. I cinghiali, mansueti seppur spaventosi per la grossa taglia, si aggiravano tra le panchine della piazzetta probabilmente in cerca di cibo. Qualche residente li ha avvicinati e immortalati. Non il primo incontro faccia a faccia in quel di Monte Mario dove i cinghiali ormai sono ospiti costanti tra i cassonetti, lungo le strade e nei parchi per bambini. L’altra sera davanti al dismesso chiosco bar del quartiere

Il flop del piano di contenimento dei cinghiali

Un flop in tutta la città i piani di contenimento. Dal 2017, anno dei primi massicci avvistamenti, le strategie di contenimento della specie non stanno funzionando. Le divisioni sulle misure da mettere in campo, non aiutano ad affrontare il tema della convivenza tra essere umani ed ungulati. L'oasi in grado di accoglierli non è mai stata provata ed i metodi contraccettivi chiesti dagli ambientalisti non sono ancora stati sperimentati.

La cattura dei cinghiali, salvo alcuni rari casi, è finora avvenuta con alterne fortune attraverso due sistemi. Nei parchi gestiti dall’ente RomaNatura, è previsto il ricorso alle gabbie. Attualmente vengono utilizzate nella riserva di Decima Malafede ed in quella della Marcigliana. L’altro sistema per ora adottato in contesto urbano è quello della telenarcosi. Il suo ricorso è stato comunque estremamente limitato. 

Roma nord e Roma sud invase dai cinghiali: “allarme” bracconieri

Così gli estremi della Capitale, Cassia e Trionfale a nord, Spinaceto e Mostacciano a sud, continuano a convivere con i cinghiali. E tra chi ne fa mascotte e chi fissa cartelli di avviso “per chiudere bene i cancelli” perchè la paura degli ungulati è arrivata anche in casa, qualcuno adotta soluzioni barbare: lacci da bracconieri e colpi di balestra contro i cuccioli
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento