MonteMarioToday

Immensamente Giulia, l'evento per ricordare la piccola morta nel terremoto

La bambina è scomparsa il 24 agosto 2016 nel terremoto che ha colpito le Marche. L’evento domenica a Villa Monte Mario

Giulia e il logo dell'associazione

“Era e resta la nostra piccola principessa”. Michela ha 43 anni. Lei è la presidente di Immensamente Giulia e gli angeli delle macerie Onlus. Giulia era sua figlia, diventata “un dolcissimo angelo” il 24 agosto 2016 a Pescara del Tronto, vittima del terremoto che ha colpito le Marche. Insieme al marito Fabio, 45 anni, lo scorso giugno hanno dato vita all’associazione, che si occupa di aiutare i bimbi che si trovano in ospedali nei reparti oncologi e nei reparti pediatrici, oltre a dare un sostegno ai bambini delle scuole di infanzia primaria e secondaria. Michela e Fabio hanno un’altra bimba di 5 anni, Giorgia,  estratta viva dalle macerie. La Onlus, domenica 17 dicembre, organizzerà un evento a Villa Monte Mario, in via Trionfale. Dalle 14 alle 19 sarà un pomeriggio di divertimento e solidarietà con gonfiabili, animazione, trucca bimbi e una merenda per tutti.

L'associazione nel nome di Giulia

La coppia risiede in zona Rebibbia: “Quest’associazione ci ha dato la forza di andare avanti – ha spiegato Michela a RomaToday – io e mio marito riteniamo che i bambini debbano avere una seconda possibilità. Perciò organizziamo eventi come quello di domenica per raccogliere fondi, che poi serviranno per acquistare macchinari da destinare agli ospedali o altro. Per esempio, al nosocomio di Ascoli Piceno è stato donato un ecografo portatile con due sonde. Inoltre abbiamo progetti con le case famiglia”

L'impegno nel sociale

Michela è casalinga, Fabio fa il camionista. Nel mezzo c’è l’impegno nel sociale: “Giulia quando è scomparsa aveva otto anni e mezzo. Ma non era una ragazzina gelosa della sue cose. Era generosa. Sono convinta – ha continuato la mamma – che adesso da lassù ci guarda e che è contenta di ciò che stiamo facendo. La tragedia che ci ha colpito, in un certo senso, ci ha fatto cominciare far vedere le cose in maniera diversa. Ad aprire i nostri orizzonti, cosa che non accadeva prima”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La nostra principessa"

Tra quattro giorni, a Villa Monte Mario, sarà quindi una giornata di festa: “Per i bambini deve essere così, hanno la fortuna rispetto a noi adulti di non essere frenati. Meritano di divertirsi e, ripeto, non gli può essere impedita una seconda possibilità. Perché è così che vanno le cose. Perché è così che voleva, anzi, che vuole Giulia. La nostra principessa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento